MINISTERO DELL'UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA


Modulo Proposta Anagrafe dei dottorati - a.a. 2020/2021
codice = DOT13C8878




1. Informazioni generali



Corso di Dottorato

Il corso è: Rinnovo  
Denominazione del corso CHEMISTRY & BIOLOGY  
Cambio Titolatura? NO  
Ciclo 36  
Data presunta di inizio del corso 01/11/2020  
Durata prevista 3 ANNI  
Dipartimento/Struttura scientifica proponente Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)  
Dottorato in collaborazione con le imprese/dottorato industriale
(art. 11 del regolamento):
NO
[dato riportato in automatico dalla sezione "Tipo di Organizzazione"]
 
Dottorato in collaborazione con Università e/o enti di ricerca esteri
(art. 10 del regolamento):
NO
[dato riportato in automatico dalla sezione "Tipo di Organizzazione"]
 
Dottorato relativo alla partecipazione a bandi internazionali: NO  
se altra tipologia:
-
 
se SI, Descrizione tipo bando  
se SI, Esito valutazione  
Il corso fa parte di una Scuola? SI  
se SI quale SCUOLA UNICA DI DOTTORATO DENOMINATA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE ISTITUITA CON DECRETO RETTORALE N. 49 DEL 21.11.2005  
Presenza di eventuali curricula? SI  
Sito web dove sia visibile l'offerta formativa prevista ed erogata http://www.disit.uniupo.it/tutto-studenti/iscritti/dottorato-di-ricerca-chemistry-and-biology  


AMBITO: indicare i settori scientifico disciplinari coerenti con gli obiettivi formativi del corso

n. Settori scientifico disciplinari interessati (SSD) Indicare il peso percentuale di ciascun SSD nel progetto scientifico del corso Settori concorsuali interessati Macrosettore concorsuale interessato Aree CUN-VQR interessate
1. BIO/01     %  4,54   BOTANICA   05/A - BIOLOGIA VEGETALE  
05 - Scienze biologiche
 
2. BIO/06     %  4,54   ANATOMIA COMPARATA E CITOLOGIA   05/B - BIOLOGIA ANIMALE E ANTROPOLOGIA  
05 - Scienze biologiche
 
3. CHIM/06     %  4,54   CHIMICA ORGANICA   03/C - ORGANICO,INDUSTRIALE  
03 - Scienze chimiche
 
4. BIO/10     %  9,10   BIOCHIMICA GENERALE   05/E - BIOCHIMICA E BIOLOGIA MOLECOLARE SPERIMENTALI E CLINICHE  
05 - Scienze biologiche
 
5. BIO/18     %  4,54   GENETICA   05/I - GENETICA E MICROBIOLOGIA  
05 - Scienze biologiche
 
6. BIO/19     %  4,54   MICROBIOLOGIA   05/I - GENETICA E MICROBIOLOGIA  
05 - Scienze biologiche
 
7. CHIM/01     %  9,10   CHIMICA ANALITICA   03/A - ANALITICO, CHIMICO-FISICO  
03 - Scienze chimiche
 
8. CHIM/02     %  27,30   MODELLI E METODOLOGIE PER LE SCIENZE CHIMICHE   03/A - ANALITICO, CHIMICO-FISICO  
03 - Scienze chimiche
 
9. CHIM/03     %  22,70   FONDAMENTI DELLE SCIENZE CHIMICHE E SISTEMI INORGANICI   03/B - INORGANICO,TECNOLOGICO  
03 - Scienze chimiche
 
10. CHIM/04     %  9,10   CHIMICA INDUSTRIALE   03/C - ORGANICO,INDUSTRIALE  
03 - Scienze chimiche
 
  TOTALE    %  100,00          


Descrizione e obiettivi del corso

Le ricerche all’interfaccia “chimica-biologia”, anche grazie all’ impatto di tecnologie sempre più avanzate, sono all’avanguardia nella Scienza e fonte di innovazione in vari ambiti che vanno dalla comprensione a livello molecolare del funzionamento dei sistemi viventi, alla scoperta e sviluppo di nuove molecole e materiali, inclusi nanomateriali e materiali per la bioeletttronica, con applicazioni in campo terapeutico, diagnostico e sensoristico, sino ad applicazioni nelle tematiche energetiche, ambientali e della nutrizione. Il corso di Dottorato in Chemistry & Biology nasce per rispondere alla esigenza di formare futuri leader in quest’ area, essenziale per una ricerca scientifica che sostenga i moderni e dinamici processi di sviluppo economico e sociale. Il tema centrale aggregante del corso risiede proprio nell’obbiettivo di esaltare e intersecare due tematiche, la chimica e la biologia, le quali sono molto complementari e necessarie l’una all’altra per una ricerca di avanguardia e qualità. Per raggiungere tale obiettivo il collegio dei docenti è composto da ricercatori di elevata qualificazione e visibilità internazionale provenienti dalle aree di Chimica e Biologia del DiSIT, fornendo le competenze necessarie ai Curricula attivati. Il percorso formativo mira ad integrare le necessarie specializzazioni in un contesto multidisciplinare in grado di creare idee e innovazione superiori a quelle garantite dalle singole discipline sia nella ricerca di base che nel trasferimento tecnologico e la creazione di impresa.


Sbocchi occupazionali e professionali previsti

Essendo un dottorato istituito nel 2013 (29° ciclo), disponiamo della situazione occupazionale dei dottori di ricerca che hanno sostenuto l'esame finale fino a marzo 2019, coprendo quindi 29 ciclo, 30 ciclo, e 31 ciclo. Allo stato attuale, sette dottori di ricerca sono impiegati in aziende private, sei insegnano in scuole secondarie, nove sono titolari di borse post-doc all’Università del Piemonte Orientale o in realtà estere. Uno, straniero, è tornato nel proprio paese di origine, uno sta seguendo un master in Management sanitario, mentre uno è in cerca di occupazione. Due iscritti al 31° ciclo hanno ottenuto una proroga per il completamento del dottorato. Appare pertanto possibile generalizzare la situazione occupazionale dei dottori di ricerca nel seguente modo: un terzi dei dottori è inserita nel mondo del lavoro con contratti a tempo determinato o indeterminato, un terzo insegna in scuole secondari e un terzo, che rappresenta la componente più fortemente interessata alla ricerca, rimane nelle strutture universitarie, anche dopo il conseguimento del titolo ed anche in strutture diverse da UPO, con contratti di ricerca per pos-tdoc o di ricercatore a tempo determinato.


Sede amministrativa

Ateneo Proponente: Università degli Studi del PIEMONTE ORIENTALE "Amedeo Avogadro"-Vercelli  
N° di borse finanziate 4  
Sede Didattica Vercelli  


Tipo di organizzazione

1) Singola Università
 


Note



2. Collegio dei docenti



Coordinatore

Cognome Nome Ateneo Proponente: Dipartimento/ Struttura Qualifica Settore concorsuale Area CUN-VQR
LAUS   Michele   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Professore Ordinario   03/C2   3  


Curriculum del coordinatore

GENERALITA’
Il Prof. Michele LAUS, nato a Bologna il 25/10/1958, si è laureato in Chimica Industriale con lode ed è Dottore di Ricerca in Chimica Industriale. Nel 1997 ha vinto il concorso a posti di Professore Associato per il Settore scientifico disciplinare C04X-Chimica Industriale e dei Materiali Polimerici ed è stato chiamato dalla Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali della Università del Piemonte Orientale “A. Avogadro” a tenere il corso di Chimica delle Macromolecole e Chimica Organica Industriale. Nell’ Aprile del 2004, costituisce l’azienda Detech Srl che è il primo spin off dell’Università del Piemonte Orientale e del Consorzio Interuniversitario INSTM.
Nel 2005 ha vinto il concorso per Professore Ordinario di Chimica Industriale e dei Materiali Polimerici ed è stato chiamato dalla Università del Piemonte Orientale.
Viene nominato nel 2015 responsabile delle conferenze EUPOC (European Polymer Conferences)
Viene eletto nel 2016 Presidente della AIM (Associazione Italiana per la Scienza e Tecnologia delle Macromolecole) e confermato nel 2019
Dal 2016 è il rappresentante Italiano nel Direttivo della European Polymer Federation (EPF) dove ricopre il ruolo di Segretario generale.
Dal 2017 è responsabile delle Scuole Internazionali della European Polymer Federation
Ha trascorso periodi di attività scientifica e didattica presso le Università di Cornell (USA) e di Friburgo (Germania).
E' stato membro della commissione di valutazione per la ASN nel settore 03/C2 nel 2012. E' stato risorteggiato nel 2018 ed è membro della attuale commissione di valutazione per la ASN nel settore 03/C2.

PREMI
Nel 1986 vince il premio A. Lucci conferito da AICAT (Associazione Italiana di Analisi Termica e Calorimetria) per i suoi studi di termodinamica di transizione di fase

ATTIVITÀ SCIENTIFICA
Attualmente la attività scientifica verte sulle seguenti linee di ricerca:

1. Nanocompositi Ibridi
2. Micro e Nanosfere Funzionali per uso biomedico e analitico
3. Sistemi superstrutturali organizzati in 2D e 3D (monostrati ed opali) per applicazioni ottiche, microelettroniche e sensoristiche
4. Polimeri dopanti per microelettronica
5. Tecnologia dei copolimeri a blocchi
6. Precision Polymers

Parte dei risultati ottenuti nel corso di tali ricerche é stata oggetto di:
n. 254 Pubblicazioni Scientifiche su Riviste Internazionali e n. 14 brevetti. Ha inoltre tenuto n. 83 Conferenze su Invito in Congressi Internazionali

ATTIVITA’ ISTITUZIONALE
Il Prof. Michele Laus é o è stato responsabile di Unità Operativa relativa nei seguenti recenti Progetti

-PIATTAFORMA TECNOLOGICA "BIOECONOMIA" (2019-2022)
Approccio all'Economia Circolare per il riciclo di imballi e componenti auto fine vita in plastica (RECIPLAST)
-EMPIR Project Innanopart (2015-2018), Metrology for Innovative Nanoparticles Coordinator Alex Shard (NPL)
-EMPIR Project 3DMetChemIT (2015-2018), Advanced 3D chemical metrology for innovative technologies- Coordinator Ian Gilmore (NPL)
-EMRP Project TReND (2013-2016), Traceable characterisation of nanostructured devices Coordinator Ian Gilmore (NPL)
-JRP-REG (Researcher Excellence Grant) CRYSTAL (2013-2014)
Crystalline surfaces, self assembled structures, and nano-origami as length standard in (nano)metrology- Coordinator Ingo Busch (PTB)


ATTIVITA’ INDUSTRIALE
Nel 2001 il Prof. M. Laus diviene esperto del Ministero delle Attività Produttive (MAP). Attualmente è responsabile di vari Contratti di Ricerca con diverse società tra cui ENI, Prismian, TetraPak, Fresenius, Fusion, Diab, Viscolor, Gurit, Gambit, SACMI IMOLA, e GARBO.



Qualificazione scientifica del coordinatore

1. avere diretto per almeno un triennio comitati editoriali o di redazione di riviste scientifiche di classe A (per i settori non bibliometrici) o presenti nelle banche dati WoS e Scopus (per i settori bibliometrici) NO    
2. avere svolto il coordinamento centrale di gruppi di ricerca e/o di progetti nazionali o internazionali competitivi NO    
3. avere partecipato per almeno un triennio al Collegio dei docenti di un Dottorato di ricerca SI   descrizione: (max (1.000 caratteri)
Michele Laus ha fatto parte del Collegio Docenti del Dottorato in Scienze Chimiche dall’anno 2000 al 2014. Dall’anno 2014 al 2016 ha fatto parte del Collegio Docenti del Dottorato in Chemistry and Biology. Infine nel 2017, 2018 e 2019 ha fatto parte del Collegio Docenti del Dottorato in Metrologia del Politecnico di Torino.
 


Membri del collegio (Personale Docente e Ricercatori delle Università Italiane)

n. Cognome Nome Ateneo Dipartimento/ Struttura Ruolo Qualifica Settore concorsuale Area CUN-VQR SSD In presenza di curricula, indicare l'afferenza Stato conferma adesione
1. GIANOTTI   Valentina   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato (L. 240/10)   03/A1   03 - Scienze chimiche   CHIM/01   Energy, environmenta...   ha aderito  
2. LINGUA   Guido   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Componente del gruppo dei 16   Professore Ordinario (L. 240/10)   05/A1   05 - Scienze biologiche   BIO/01   Energy, environmenta...   ha aderito  
3. MARCHESE   Leonardo   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Componente del gruppo dei 16   Professore Ordinario   03/A2   03 - Scienze chimiche   CHIM/02   Energy, environmenta...   ha aderito  
4. RAVERA   Mauro   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato confermato   03/B1   03 - Scienze chimiche   CHIM/03   Chemical methodologi...   ha aderito  
5. ROBOTTI   Elisa   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato (L. 240/10)   03/A1   03 - Scienze chimiche   CHIM/01   Energy, environmenta...   ha aderito  
6. SPARNACCI   Katia   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato (L. 240/10)   03/C2   03 - Scienze chimiche   CHIM/04   Energy, environmenta...   ha aderito  
7. TEI   Lorenzo   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato (L. 240/10)   03/C1   03 - Scienze chimiche   CHIM/06   Chemical methodologi...   ha aderito  
8. CARNIATO   Fabio   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato (L. 240/10)   03/B1   03 - Scienze chimiche   CHIM/03   Chemical methodologi...   ha aderito  
9. BISIO   Chiara   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Altro Componente   Professore Associato (L. 240/10)   03/A2   03 - Scienze chimiche   CHIM/02   Energy, environmenta...   ha aderito  
10. GABANO   Elisabetta   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Altro Componente   Ricercatore confermato   03/B1   03 - Scienze chimiche   CHIM/03   Chemical methodologi...   ha aderito  
11. BOTTA   Mauro   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Componente del gruppo dei 16   Professore Ordinario   03/B1   03 - Scienze chimiche   CHIM/03   Chemical methodologi...   ha aderito  
12. MILANESIO   Marco   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato (L. 240/10)   03/A2   03 - Scienze chimiche   CHIM/02   Chemical methodologi...   ha aderito  
13. VALE'   Giampiero   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato (L. 240/10)   05/I1   05 - Scienze biologiche   BIO/18   Energy, environmenta...   ha aderito  
14. LAUS   Michele   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Coordinatore   Professore Ordinario   03/C2   03 - Scienze chimiche   CHIM/04   Chemical methodologi...   ha aderito  
15. GAMALERO   Elisa   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Componente del gruppo dei 16   Ricercatore confermato   05/I2   05 - Scienze biologiche   BIO/19   Energy, environmenta...   ha aderito  
16. COSSI   Maurizio   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Componente del gruppo dei 16   Professore Ordinario (L. 240/10)   03/A2   03 - Scienze chimiche   CHIM/02   Chemical methodologi...   ha aderito  
17. RANZATO   Elia   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Componente del gruppo dei 16   Ricercatore a t.d. - t.pieno (art. 24 c.3-b L. 240/10)   05/B2   05 - Scienze biologiche   BIO/06   Energy, environmenta...   ha aderito  
18. BOCCALERI   Enrico   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Altro Componente   Professore Associato (L. 240/10)   03/B1   03 - Scienze chimiche   CHIM/03   Energy, environmenta...   ha aderito  
19. GIANOTTI   Enrica   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Altro Componente   Professore Associato (L. 240/10)   03/A2   03 - Scienze chimiche   CHIM/02   Chemical methodologi...   ha aderito  
20. PATRONE   Mauro   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato confermato   05/E1   05 - Scienze biologiche   BIO/10   Chemical methodologi...   ha aderito  
21. GATTI   Giorgio   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT)   Altro Componente   Professore Associato (L. 240/10)   03/A2   03 - Scienze chimiche   CHIM/02   Chemical methodologi...   ha aderito  
22. MIGGIANO   Riccardo   PIEMONTE ORIENTALE   Scienze del Farmaco   Altro Componente   Ricercatore a t.d. - t.pieno (art. 24 c.3-a L. 240/10)   05/E1   05 - Scienze biologiche   BIO/10   Chemical methodologi...   ha aderito  


Membri del collegio (Personale non accademico dipendente di altri Enti e Personale docente di Università Straniere)

n. Cognome Nome Ruolo Tipo di ente: Ateneo/Ente di appartenenza Paese Dipartimento/ Struttura Qualifica Codice fiscale SSD Attribuito Area CUN-VQR attribuita In presenza di curricula, indicare l'afferenza N. di Pubblicazioni (*)


(*) numero di prodotti scientifici pubblicati dotati di ISBN/ISMN/ISSN o indicizzati su WoS o Scopus negli ultimi cinque anni


Principali Atenei e centri di ricerca internazionali con i quali il collegio mantiene collaborazioni di ricerca (max 5) con esclusione di quelli di cui alla sezione 1

n. Denominazione Paese Tipologia di collaborazione
1. MAX PLANK INSTITUTE, BERLINO   Germania   (max 500 caratteri)
Scientifica
 
2. EIDGENOSSISCHE TECHNISCHE HOCHSCHULE (ETH), ZURIGO   Svizzera   (max 500 caratteri)
Scientifica
 
3. INSTITUTE PASTEUR, PARIGI   Francia   (max 500 caratteri)
Scientifica
 
4. ECOLE POLYTECHNIQUE FEDERALE DE LAUSANNE (EPFL), LOSANNA   Svizzera   (max 500 caratteri)
Scientifica
 
5. UNIVERSIT HENRI POINCAR, FACULT DES SCIENCES, VANDOEUVRE-LES-NANCY   Francia   (max 500 caratteri)
Scientifica
 


Descrizione della situazione occupazionale dei dottori di ricerca che hanno acquisito il titolo negli ultimi tre anni

(max 1.500 caratteri)
Essendo un dottorato istituito nel 2013 (29° ciclo), disponiamo della situazione occupazionale dei dottori di ricerca che hanno sostenuto l'esame finale fino a marzo 2019, coprendo quindi 29 ciclo, 30 ciclo, e 31 ciclo. Allo stato attuale, sette dottori di ricerca sono impiegati in aziende private, sei insegnano in scuole secondarie, nove sono titolari di borse post-doc all’Università del Piemonte Orientale o in realtà estere. Uno, straniero, è tornato nel proprio paese di origine, uno sta seguendo un master in Management sanitario, mentre uno è in cerca di occupazione. Due iscritti al 31° ciclo hanno ottenuto una proroga per il completamento del dottorato. Non siamo riusciti ad avere informazioni riguardo la situazione lavorativa dei restanti 8 dottori di ricerca.


Note



3. Eventuali curricula

Curriculum dottorali afferenti al Corso di dottorato



Denominazione Curriculum 1: Energy, environmental and food sciences

Settore scientifico-disciplinare Settore concorsuale Aree CUN-VQR interessate Peso % di ciascun SSD nel progetto scientifico del corso
CHIM/01   03/A - ANALITICO, CHIMICO-FISICO  
03 - Scienze chimiche
 
  %  20,00  
CHIM/02   03/A - ANALITICO, CHIMICO-FISICO  
03 - Scienze chimiche
 
  %  20,00  
CHIM/03   03/B - INORGANICO,TECNOLOGICO  
03 - Scienze chimiche
 
  %  10,00  
CHIM/04   03/C - ORGANICO,INDUSTRIALE  
03 - Scienze chimiche
 
  %  10,00  
BIO/06   05/B - BIOLOGIA ANIMALE E ANTROPOLOGIA  
05 - Scienze biologiche
 
  %  10,00  
BIO/01   05/A - BIOLOGIA VEGETALE  
05 - Scienze biologiche
 
  %  10,00  
BIO/18   05/I - GENETICA E MICROBIOLOGIA  
05 - Scienze biologiche
 
  %  10,00  
BIO/19   05/I - GENETICA E MICROBIOLOGIA  
05 - Scienze biologiche
 
  %  10,00  
Curriculum in collaborazione con:   Nessuna Collaborazione
 
TOTALE        100 



Denominazione Curriculum 2: Chemical methodologies for new molecules and nanomaterials

Settore scientifico-disciplinare Settore concorsuale Aree CUN-VQR interessate Peso % di ciascun SSD nel progetto scientifico del corso
CHIM/02   03/A - ANALITICO, CHIMICO-FISICO  
03 - Scienze chimiche
 
  %  33,33  
CHIM/03   03/B - INORGANICO,TECNOLOGICO  
03 - Scienze chimiche
 
  %  33,33  
CHIM/04   03/C - ORGANICO,INDUSTRIALE  
03 - Scienze chimiche
 
  %  8,33  
CHIM/06   03/C - ORGANICO,INDUSTRIALE  
03 - Scienze chimiche
 
  %  8,33  
BIO/10   05/E - BIOCHIMICA E BIOLOGIA MOLECOLARE SPERIMENTALI E CLINICHE  
05 - Scienze biologiche
 
  %  16,68  
Curriculum in collaborazione con:   Nessuna Collaborazione
 
TOTALE        100 



Note


4. Struttura formativa

Attività didattica disciplinare e interdisciplinare

Insegnamenti ad hoc previsti nell'iter formativo Tot CFU: 12   n.ro insegnamenti: 22   di cui è prevista verifica finale: 22  
Insegnamenti mutuati da corsi di laurea magistrale SI   n.ro: 4   di cui è prevista verifica finale: 4  
Insegnamenti mutuati da corsi di laurea (primo livello) NO      
Cicli seminariali SI  
Soggiorni di ricerca (ITALIA - al di fuori delle istituzioni coinvolte) SI     Periodo medio previsto (in mesi per studente): 3  
Soggiorni di ricerca (ESTERO nell’ambito delle istituzioni coinvolte) SI     Periodo medio previsto (in mesi per studente): 9  
Soggiorni di ricerca (ESTERO - al di fuori delle istituzioni coinvolte) SI     Periodo medio previsto (in mesi per studente): 9  


Descrizione delle attività di formazione di cui all’art. 4, comma 1, lett. f)

Tipologia  Descrizione sintetica (max 500 caratteri per ogni descrizione)
Linguistica Il dottorato Chemistry & Biology aiuta i propri studenti a migliorare la comunicazione della propria ricerca in inglese. A tal fine, la didattica ad hoc del corso sarà tenuta in inglese e alcuni corsi verteranno nell’insegnare agli studenti come scrivere un articolo scientifico, un progetto di ricerca e valorizzare le presentazioni orali in inglese. Presentazioni intermedie e finale dei risultati dei dottorandi saranno in inglese. Si consiglia fortemente anche la stesura della tesi in inglese.  
Informatica Il dottorato Chemistry & Biology dà particolare importanza alla formazione di un curriculum scientifico per i propri studenti in cui la componente informatica sia esaltata. In particolare sono previsti corsi ad hoc per formare i dottorandi nell’uso e nella gestione delle principali banche dati scientifiche e brevettuali, nel trattamento statistico dei dati e nell’utilizzo di vari programma di molecular modelling (PyMol, Autodock, MOE, Spartan) sia per la loro componente grafica, sia di calcolo.  
Gestione della ricerca, della conoscenza dei sistemi di ricerca e dei sistemi di finanziamento Il dottorato Chemistry & Biology ha predisposto particolari percorsi didattici ad hoc per i propri studenti al fine di coprire questa attività di formazione. In dettaglio, sono previsti corsi che aiutino gli studenti ad intraprendere un percorso di scrittura di un progetto di ricerca per agenzie governative o private.  
Valorizzazione dei risultati della ricerca e della proprietà intellettuale Il Collegio docenti è conscio che un eccellente dato scientifico possa non trovare la giusta valorizzazione ed impatto economico o sociale quando presentato in maniera errata o superficiale. È stato perciò previsto un corso che aiuti i dottorandi a valutare il valore delle loro idee e di una buona attività di pubblicizzazione. Infine sarà stimolato il trasferimento tecnologico di idee tramite la creazione d’impresa presentando le storie di docenti dell’UPO che hanno costituito aziende spin-off.  


Note


5. Posti, borse e budget per la ricerca

Posti, borse e budget per la ricerca

Descrizione Ciclo 36° Anagrafe dottorandi (35°) Ciclo 35° (Tabella POSTI)
A - Posti banditi
(messi a concorso)
 
1. Posti banditi con borsa   N. 4   6   4 (6) (6)  
2. Posti coperti da assegni di ricerca     1   1 (1) (1)  
3. Posti coperti da contratti di apprendistato     0    
Sub totale posti finanziati (A1+A2+A3)   N. 4   N. 7   5 (7)  
4. Eventuali posti senza borsa     1   1 (1) (1)  
B - Posti con borsa riservati a laureati in università estere     0    
C - Posti riservati a borsisti di Stati esteri     0    
D - Posti riservati a borsisti in specifici programmi di mobilità internazionale     0    
E - Posti riservati a dipendenti di imprese impegnati in attività di elevata qualificazione (dottorato industriale) o a dipendenti di istituti e centri di ricerca pubblici impegnati in attività di elevata qualificazione (con mantenimento di stipendio)     0    
F - Posti senza borsa riservati a laureati in Università estere     0    
TOTALE = A + B + C + D + E + F   N. 4   N. 8   6 (8)  
DI CUI CON BORSA = TOTALE – A4 - F   N. 4   N. 7   5 (7)  
Importo della borsa
(importo annuale al lordo degli oneri previdenziali a carico del percipiente)
 
Euro: 15.343,28      
Budget pro-capite annuo per attività di ricerca in Italia e all’Estero
(a partire dal secondo anno, in termini % rispetto al valore annuale della borsa al lordo degli oneri previdenziali a carico del percipiente)
 
(min 10% importo borsa): 10,00      
Importo aggiuntivo alla borsa per mese di soggiorno di ricerca all’estero
(in termini % rispetto al valore mensile della borsa al lordo degli oneri previdenziali a carico del percipiente)
 
(MAX 50% importo borsa): 50,00      
BUDGET complessivamente a disposizione del corso per soggiorni di ricerca all'estero
(importo lordo annuale comprensivo degli oneri previdenziali a carico del percipiente)



Nota: il budget complessivamente a disposizione del corso per soggiorni all’estero è calcolato considerando la percentuale di maggiorazione della borsa, il numero di mesi all’estero, il numero di anni del corso e il numero di studenti con borsa.
 
Euro: 37.689,24      
Eventuali note:
(max 500 caratteri)
L'importo annuale della borsa indicato è senza gli oneri previdenziali (INPS) a carico dell'Università.
Il budget annuale per ricerca all'estero indicato è comprensivo anche degli oneri previdenziali (INPS) a carico dell'università ed è per le 4 borse di studio.
 

Attenzione: i dati di questa sezione relativi agli iscritti al ciclo precedente vengono aggiornati utilizzando le informazioni inserite nella piattaforma ANS/PL fino al giorno della chiusura della scheda anagrafe .

Fonti di copertura del budget del corso di dottorato (incluse le borse)

FONTE  Importo (facoltativo) Descrizione Tipologia
(max 200 caratteri)
Fondi Ministeriali   -n. 1 borsa su fondi ministeriali più budget di ricerca.
-cofinanziamento al 50% di n. 1 borsa su fondi ministeriali.
 
Progetti competitivi o fondi messi a disposizione dal proponente   -cofinanziamento al 50% di n. 2 borse e budget di ricerca
-maggiorazioni per estero
 
Fondi di ateneo   -cofinanziamento al 50% di n. 1 borsa  
Finanziamenti esterni   n. 1 borsa di studio con budget di ricerca e maggiorazione per l'estero finanziata dall'ENI S.p.A.  
Altro    


Note


6. Strutture operative e scientifiche

Strutture operative e scientifiche

Tipologia Descrizione sintetica (max 500 caratteri per ogni descrizione)
Attrezzature e/o Laboratori   Spettrometri ESR ed NMR. Sistemi HPLC, Spettrofotometri UV, FT-IR e Raman Spettrometri di massa e ICP/MS. Analizzatore Elementare, GC/MS e HPLC/MS, MALDI TOF TOF, Rilassometro, Elettroforesi capillare, TGA e DSC, analizzatori dinamico-meccanici, Reometri, microscopi, citofluorimetro a flusso, elettroforesi, PCR quantitativa, sistemi di purificazione di proteine, FPLC, FAS, robot per cristallizzazioni, centrifughe, incubatori.  
Patrimonio librario   consistenza in volumi e copertura delle tematiche del corso   Sono a disposizione degli studenti la biblioteca del DISIT caratterizzata da circa 90 posti a sedere, 4 postazioni PC, oltre 8000 volumi. Tutti gli studenti di dottorato possono accedere in remoto usufruendo delle collezioni digitali a cui le biblioteche UPO sono abbonate. al fine di potenziare ulteriormente i propri dottorati, l’Ateneo ha previsto di stanziare una quota del 5% del proprio budget, da destinarsi per le specifiche esigenze dei dottorandi.  
abbonamenti a riviste (numero, annate possedute, copertura della tematiche del corso)   Abbonamenti a riviste (numero, annate possedute, copertura della tematiche del corso) Abbonamenti on-line alle principali case editrici internazionali (ACS, Elsevier, Kluver, RCS, Springer, AMA, Annual Reviews, BioOne 1 e 2, Cell Press, Cochrane Library, Emerald, MathSciNet, Nature weekly and 7+7 (Research + Reviews), Science, Science Signalling, Wiley-Blackwell)  
E-resources   Banche dati (accesso al contenuto di insiemi di riviste e/o collane editoriali)   Accesso alle principali banche dati scientifiche (ISI, Scopus, SCIFinder, Web of Science, CCDC)  
Software specificatamente attinenti ai settori di ricerca previsti   Software dedicati a: Matematica e simulazioni, calcolo cristallografico, di chimica computazionale e bioinformatica, statistica.  
Spazi e risorse per i dottorandi e per il calcolo elettronico   Laboratori attrezzati di: chimica bioinorganica, analitica, organica, dei materiali, ambientale, degli alimenti, analisi termica; Biologia Ambientale, Vegetale, strutturale, molecolare; Biochimica Cellulare, Etologia-Ecologia Animale, Citochimica-Morfologia Funzionale, Micologia, Microbiologia, Enzimologia  
Altro    


Note


7. Requisiti e modalità di ammissione

Requisiti richiesti per l'ammissione

Tutte le lauree magistrali: SI, Tutte  
se non tutte, indicare quali:  
Altri requisiti per studenti stranieri: (max 500 caratteri):
La partecipazione di studenti stranieri è incoraggiata ma con modalità di selezione identiche agli studenti italiani.
 
Eventuali note  


Modalità di ammissione

Modalità di ammissione
Titoli
Prova orale
 
Per i laureati all'estero la modalità di ammissione
è diversa da quella dei candidati laureati in Italia?
NO  
se SI specificare:  


Attività dei dottorandi

È previsto che i dottorandi possano svolgere attività di tutorato SI
 
 
È previsto che i dottorandi possano svolgere attività di didattica integrativa SI
 
Ore previste: 40  


Note




Dottorato innovativo a caratterizzazione internazionale

• Dottorato in collaborazione con Università e/o enti di ricerca esteri   NO
 
 
• Dottorato relativo alla partecipazione a bandi internazionali (e.g. Marie Skłodowska Curie Actions, ERC)   NO    
• Collegio di dottorato composto per almeno il 25% da docenti appartenenti a qualificate università o centri di ricerca stranieri   NO    
• Presenza di eventuali curricula in collaborazione con Università/Enti di ricerca estere e durata media del periodo all'estero dei dottori di ricerca pari almeno a 12 mesi   NO
 
 
• Presenza di almeno 1/3 di iscritti al Corso di Dottorato con titolo d'accesso acquisito all'estero ***   NO    


Dottorato innovativo a caratterizzazione intersettoriale

• Dottorato in convenzione con Enti di Ricerca   NO
 
 
• Dottorato in convenzione con le imprese o con enti che svolgono attività di ricerca e sviluppo   NO
 
 
• Dottorato selezionato su bandi internazionali con riferimento alla collaborazione con le imprese   NO
 
 
• Dottorati inerenti alle tematiche dell’iniziativa “Industria 4.0   NO
 
 
• Presenza di convenzione con altri soggetti istituzionali su specifici temi di ricerca o trasferimento tecnologico e che prevedono una doppia supervisione   NO
 
 


Dottorato innovativo a caratterizzazione interdisciplinare

• Dottorati (con esclusione di quelli suddivisi in curricula) con iscritti provenienti da almeno 2 aree CUN, rappresentata ciascuna per almeno il 30% (rif. Titolo LM o LMCU )   NO    
• Corsi appartenenti a Scuole di Dottorato che prevedono contestualmente ambiti tematici relativi a problemi complessi caratterizzati da forte multidisciplinarità   SI
 
Motivazione:
Le problematiche scientifiche affrontate in questo dottorato si posizionano all'interfaccia tra la chimica e la biologia, richiedendo conoscenze multidisciplinari per una piena valutazione dei problemi e loro soluzione.
 
• Dottorati inerenti alle tematiche dei

Big Data
, relativamente alle sue metodologie o applicazioni
 
NO
 
 
• Dottorati che rispondono congiuntamente ai seguenti criteri      
presenza nel Collegio di Dottorato di docenti afferenti ad almeno due aree CUN, rappresentata ciascuna per almeno il 20% nel Collegio stesso   SI    
presenza di un tema centrale che aggreghi coerentemente discipline e metodologie diverse, anche con riferimento alle aree ERC   NO    


Chiusura proposta e trasmissione: 12/05/2020


.