MINISTERO DELL'UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA


Modulo Proposta Anagrafe dei dottorati - a.a. 2020/2021
codice = DOT1317283




1. Informazioni generali



Corso di Dottorato

Il corso è: Rinnovo  
Denominazione del corso SCIENZE, TECNOLOGIE E BIOTECNOLOGIE AGRO-ALIMENTARI  
Cambio Titolatura? NO  
Ciclo 36  
Data presunta di inizio del corso 01/11/2020  
Durata prevista 3 ANNI  
Dipartimento/Struttura scientifica proponente Scienze della vita  
Dottorato in collaborazione con le imprese/dottorato industriale
(art. 11 del regolamento):
SI
[dato riportato in automatico dalla sezione "Tipo di Organizzazione"]
 
Dottorato in collaborazione con Università e/o enti di ricerca esteri
(art. 10 del regolamento):
NO
[dato riportato in automatico dalla sezione "Tipo di Organizzazione"]
 
Dottorato relativo alla partecipazione a bandi internazionali: SI  
se altra tipologia:
-
 
se SI, Descrizione tipo bando BANDO VINCI 2020  
se SI, Esito valutazione ESITO NON ANCORA DISPONIBILE  
Il corso fa parte di una Scuola? NO  
Presenza di eventuali curricula? NO  
Sito web dove sia visibile l'offerta formativa prevista ed erogata http://www.steba.unimore.it/site/home/educational-plan.html  


AMBITO: indicare i settori scientifico disciplinari coerenti con gli obiettivi formativi del corso

n. Settori scientifico disciplinari interessati (SSD) Indicare il peso percentuale di ciascun SSD nel progetto scientifico del corso Settori concorsuali interessati Macrosettore concorsuale interessato Aree CUN-VQR interessate
1. AGR/02     %  11,11   AGRONOMIA E SISTEMI COLTURALI ERBACEI ED ORTOFLORICOLI   07/B - SISTEMI COLTURALI AGRARI E FORESTALI  
07 - Scienze agrarie e veterinarie
 
2. AGR/11     %  7,41   PATOLOGIA VEGETALE E ENTOMOLOGIA   07/D - PATOLOGIA VEGETALE E ENTOMOLOGIA  
07 - Scienze agrarie e veterinarie
 
3. AGR/12     %  3,70   PATOLOGIA VEGETALE E ENTOMOLOGIA   07/D - PATOLOGIA VEGETALE E ENTOMOLOGIA  
07 - Scienze agrarie e veterinarie
 
4. AGR/15     %  14,81   SCIENZE E TECNOLOGIE ALIMENTARI   07/F - SCIENZE E TECNOLOGIE ALIMENTARI  
07 - Scienze agrarie e veterinarie
 
5. AGR/16     %  11,11   MICROBIOLOGIA AGRARIA   07/I - MICROBIOLOGIA AGRARIA  
07 - Scienze agrarie e veterinarie
 
6. AGR/19     %  7,41   SCIENZE E TECNOLOGIE ANIMALI   07/G - SCIENZE E TECNOLOGIE ANIMALI  
07 - Scienze agrarie e veterinarie
 
7. BIO/04     %  7,41   FISIOLOGIA VEGETALE   05/A - BIOLOGIA VEGETALE  
05 - Scienze biologiche
 
8. BIO/10     %  7,41   BIOCHIMICA GENERALE   05/E - BIOCHIMICA E BIOLOGIA MOLECOLARE SPERIMENTALI E CLINICHE  
05 - Scienze biologiche
 
9. BIO/18     %  7,41   GENETICA   05/I - GENETICA E MICROBIOLOGIA  
05 - Scienze biologiche
 
10. CHIM/01     %  11,11   CHIMICA ANALITICA   03/A - ANALITICO, CHIMICO-FISICO  
03 - Scienze chimiche
 
11. CHIM/08     %  3,70   CHIMICA E TECNOLOGIE FARMACEUTICHE, TOSSICOLOGICHE E NUTRACEUTICO-ALIMENTARI   03/D - FARMACEUTICO,TECNOLOGICO, ALIMENTARE  
03 - Scienze chimiche
 
12. CHIM/11     %  7,41   CHIMICA E TECNOLOGIE FARMACEUTICHE, TOSSICOLOGICHE E NUTRACEUTICO-ALIMENTARI   03/D - FARMACEUTICO,TECNOLOGICO, ALIMENTARE  
03 - Scienze chimiche
 
  TOTALE    %  100,00          


Descrizione e obiettivi del corso

Il corso di Dottorato si occupa della produzione, della trasformazione, della qualità e della sicurezza delle materie prime e degli alimenti. L’attività didattica facilita il trasferimento delle conoscenze attraverso il corso.
L’elevato profilo dei proponenti, la loro consolidata collaborazione con enti di ricerca nazionali ed esteri e la disponibilità di fondi adeguati garantisce la qualità dell’offerta formativa.
Una parte dei docenti si occupa prevalentemente dell'ambito agrario, coprendo i vari settori delle produzioni vegetali ed animali, con particolare attenzione alle tecniche di coltivazione, allevamento e lotta alle avversità, nel massimo rispetto dell’ambiente, del consumatore, delle esigenze dell’industria agro-alimentare, delle proprietà biologiche dei principi attivi e della qualità del prodotto. La genetica molecolare, potente mezzo per la selezione di varietà in grado di rispondere a tali necessità, completa le competenze.
Altri docenti svolgono la loro ricerca prevalentemente in ambito alimentare, focalizzando l'attenzione sull’innovazione di processo e di prodotto mediante l’impiego integrato di tecnologie alimentari, microbiologia, biochimica, chimica, biologia molecolare, ottimizzazione e monitoraggio di prodotto e di processo, valutazione della qualità delle materie prime e della loro attitudine alla trasformazione, tecnologie innovative nel confezionamento alimentare.


Sbocchi occupazionali e professionali previsti

Il comparto agro-alimentare riveste un ruolo prioritario nel tessuto economico e produttivo italiano; anche nel precedente periodo di crisi economica (2008-2014) è risultato uno dei pochi settori che è riuscito a mantenere una crescita costante in termini di numero di imprese, fatturato e occupazione. Il suo contributo fondamentale all'immagine del “Made in Italy”, grazie all’eccezionale varietà di prodotti ed alla loro qualità, ha peraltro permesso l’incremento dell’imprenditorialità giovanile. Pertanto, la richiesta di figure con elevata professionalità nell’ambito delle discipline relative ai settori delle produzioni agrarie, della trasformazione degli alimenti e del controllo e sicurezza agro-alimentare risulta ad oggi ancora elevata, nonostante l'attuale crisi pandemica, anche per la natura essenziale del settore agroalimentare. In questo contesto, il Corso forma Dottori di Ricerca con elevate competenze nei diversi ambiti del comparto agro-alimentare, creando figure idonee a svolgere il ruolo di ricercatore nell’università, negli enti pubblici o privati e nell’industria. Il profilo del Dottore di Ricerca in Scienze, Tecnologie e Biotecnologie Agro-Alimentari sarà quindi quello di un esperto in grado di muoversi autonomamente nel proprio settore, con un’elevata capacità di affrontare problemi e gestire autonomamente ricerche e progetti.


Sede amministrativa

Ateneo Proponente: Università degli Studi di MODENA e REGGIO EMILIA  
N° di borse finanziate 6  
Sede Didattica Reggio nell'Emilia  


Tipo di organizzazione

2b) Convenzione
 
con
(indicare i soggetti partecipanti al consorzio/convenzione):
 

Università italiane

Università straniere

enti di ricerca pubblici o privati di alta qualificazione, anche di Paesi diversi

imprese che svolgono attività di ricerca e sviluppo
 
se in convenzione:   1) data di sottoscrizione: 06/05/2020   numero di cicli di dottorato:1  
(eventuale)      


Altri Enti/Imprese consorziati/convenzionati

n. Denominazione del soggetto Tipologia del soggetto Pubblico/Privato Consorziato/ Convenzionato Paese Sede di attività formative N° di borse finanziate Eventuale Istituto (solo se Ente VQR)
1. Bioecology S.r.l.   Impresa che svolge attività di ricerca e sviluppo   PRIVATO   Convenzionato   Italia   SI   1    



Informazioni aggiuntive relative ai soli dottorati industriali (art. 11 del DM n. 45/2013)
Informazioni sulla impresa


Impresa: 1 Bioecology S.r.l.
Nome dell'istituzione Bioecology S.r.l.  
Partecipazione con esito positivo a progetti di ricerca nazionali e internazionali Nome progetto:
Bando nazionale Voucher Innovation Manager (ministero dello Sviluppo Economico)
 
Anno:
2020
 
Descrizione:
(max 500 caratteri)
Sviluppo di programmi di digital marketing e open innovation, sviluppo commerciale verso mercati relativamente alle ricerche sperimentali su miscele repellenti (3 formulati) e ad azione antilarvale (1 formulato) contro le zanzare. Allevamento di parassitoidi per il controllo di insetti che infestano le derrate alimentari immagazzinate e per il controllo dei vari insetti che attaccano le coltivazioni agricole, anche attraverso l’impiego di tecnica confusionale o confusione sessuale.
 
Risultati ottenuti in termini di brevetti depositati negli ultimi 5 anni (2015-2020)      
Presenza di sezioni aziendali dedicate alla R&S Denominazione Sezione:
Bioecology R&D (Research and Development) - Via dell' Industria, 31/B, 42025 Corte Tegge RE
 
Esperienze nell’ultimo quinquennio di collaborazione in attività di ricerca tra il soggetto proponente e l’impresa e valore aggiunto atteso per il corso di dottorato (informazione facoltativa) (max 1.000 caratteri)
Bioecology ha in essere accordi di consulenza con i migliori consulenti entomologi di settore, collaborazioni con Università di Modena e Reggio Emilia UNIMORE, Università del Molise UNIMOL nonché Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza e Istituto Zooprofilattico di Forlì.
Fa parte del BPP Bayer Protection Program.
A far data dal 2014 è stato intrapreso un percorso di ricerca e sviluppo in collaborazione con UNIMORE per lo sviluppo di miscele di origine naturale per il controllo biologico integrato di zanzare.
 


Note

(max 1.000 caratteri):
Le borse indicate si riferiscono ai seguenti finanziamenti:
- 5 borse di Ateneo;
- 1 borsa da finanziata da Bioecology S.r.l.;
- 1 posto riservato a borsisti di Stati esteri.

Il Corso di Dottorato ha un Comitato Scientifico internazionale: per l’ammissione all’esame finale le tesi di dottorato sono valutate da revisori esperti nazionali e stranieri di fama internazionale, selezionati al fine di coprire le molteplici tematiche del Corso.


2. Collegio dei docenti



Coordinatore

Cognome Nome Ateneo Proponente: Dipartimento/ Struttura Qualifica Settore concorsuale Area CUN-VQR
ULRICI   Alessandro   MODENA e REGGIO EMILIA   Scienze della vita   Professore Associato confermato   03/A1   3  


Curriculum del coordinatore

ALESSANDRO ULRICI
PROFESSORE ASSOCIATO DI CHIMICA ANALITICA
DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA VITA
UNIVERSITÀ DI MODENA E REGGIO EMILIA
PADIGLIONE BESTA - VIA AMENDOLA, 2
42122 REGGIO EMILIA – ITALIA
PHONE: +39 0522 522043
FAX: +39 0522 522027
E-MAIL: alessandro.ulrici@unimore.it


• 2017-ora: Abilitazione Scientifica Nazionale a Professore di Prima Fascia, Settore Concorsuale 03/A1 - Chimica Analitica, dal 01/12/2017 al 01/12/2023
• 2017-ora: Coordinatore del Corso di Dottorato in Scienze, tecnologie e biotecnologie agro-alimentari dell’Università di Modena e Reggio Emilia
• 2010-ora: Dal 1 novembre 2010 è nominato Professore Associato per il SSD CHIM/01 (Chimica Analitica) presso il Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Modena e Reggio Emilia
• 2005-2010: Membro del Consiglio di Amministrazione dell’Università di Modena e Reggio Emilia in qualità di Rappresentante dei Ricercatori
• 2001-2010: Dal 16 agosto è nominato Ricercatore Universitario per il SSD CHIM/01 (Chimica Analitica) presso il Dipartimento di Scienze Agrarie e degli Alimenti - Facoltà di Agraria dell’Università di Modena e Reggio Emilia
• 2001: Dottorato di Ricerca, Corso di Dottorato in Scienze Chimiche dell’Università di Modena e Reggio Emilia
• 1997: Laurea in Chimica (110/110) presso l’Università di Modena e Reggio Emilia
• 1971: Nato a Pavullo nel Frignano (Modena)

ATTIVITÀ SCIENTIFICA
L’attività scientifica, svolta prevalentemente nell’ambito della Chimica Analitica – Chemiometria per lo studio di matrici alimentari, è articolata in aree tematiche che possono essere così sintetizzate:
1. sviluppo ed applicazione di tecniche analitiche rapide e non distruttive basate su approcci chemiometrici per il controllo, la caratterizzazione e la valorizzazione di materie prime e di prodotti alimentari finiti;
2. elaborazione di nuovi algoritmi per l’analisi di segnali ed immagini, per la selezione di variabili significative e per lo studio di sistemi complessi.

DIREZIONE DI GRUPPI DI RICERCA
Il Prof. Alessandro Ulrici è Principal Investigator del gruppo di ricerca CHIMSLAB (CHemometrics, IMaging and Spectroscopy LAB, www.chimslab.unimore.it), attivo presso il Dipartimento di Scienze della Vita (UNIMORE) e presso il Centro Interdipartimentale BIOGEST-SITEIA (UNIMORE). Il gruppo CHIMSLAB collabora attivamente con diversi gruppi di ricerca e istituzioni pubbliche e private a livello locale, nazionale ed internazionale, come testimoniato dalle pubblicazioni scientifiche, dalla responsabilità scientifica di diversi progetti di ricerca, nonché dalle molte collaborazioni in altri progetti, tra i quali i seguenti su bandi competitivi: PRIN 2002, PRIN 2004, progetto Europeo VII FP “CUSTOM” 2010-2013, progetto “CEREALOMB” Regione Lombardia 2004-2006, progetti POR-FESR Regione Emilia Romagna 2014-2020 “SOSTINNOVI”, “VALORIBIO”, “MICROEMIRO” e “RICIPLA”, progetto PSR Regione Emilia Romagna Focus Area 3A – Bando 2019 “VITEVEN”.

RESPONSABILITÀ SCIENTIFICA DI PROGETTI DI RICERCA FINANZIATI SU BASE COMPETITIVA
• Dal 19-10-2019 a ora, Responsabile Scientifico del progetto di ricerca “Innovazione tecnologica per una efficiente previsione vendemmiale – VITEVEN” finanziato dalla Regione Emilia-Romagna nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 - Focus Area 3A – Bando 2019
• Dal 08-11-2007 al 07-05-2010, Coordinatore del progetto competitivo n. 1160 finanziato nell’ambito del Programma di ricerca in campo agricolo 2007-2009 – Regione Lombardia (d.g.r. n. 5214 del 02/08/2007). Progetto intitolato “Sviluppo di metodi rapidi ed AUTOmatizzati di STOCcaggio differenziato per la valorizzazione della qualità tecnologica della produzione lombarda di frumento tenero – AUTOSTOC”.
• PRIN 2005 - Dal 30-01-2006 al 10-03-2008, Responsabile Scientifico UdR UniMORE per il progetto: “Studio delle interazioni proteina-proteina e proteina-polisaccaride in impasti non convenzionali”. Titolo specifico del programma dell’UdR: “Applicazione di metodi chemiometrici innovativi di disegno sperimentale e analisi multivariata di segnali e immagini per la caratterizzazione ed ottimizzazione di impasti non convenzionali”.
• MURST "Progetto Giovani Ricercatori" anno 2001: "Sviluppo di algoritmi basati sulla Trasformata Wavelet per la creazione di modelli di calibrazione".
• MURST "Progetto Giovani Ricercatori" anno 1999: "Analisi di segnali. Sviluppo di nuovi algoritmi di analisi cieca per la classificazione di matrici alimentari complesse".

PREMI E RICONOSCIMENTI PER ATTIVITÀ SCIENTIFICA
• Invited contribution, Topical Collection “Chemical Sensing Systems”: R. Calvini, G. Foca, A. Ulrici*, Data dimensionality reduction and data fusion for fast characterization of green coffee samples using hyperspectral sensors, Analytical and Bioanalytical Chemistry, 2016, 408 (26), 7351-7366, DOI: 10.1007/s00216-016-9713-7 (l’immagine di copertina della issue è stata tratta dall’articolo).
• Premio per best oral presentation: NIR Italia ’16 – 7° Simposio Italiano di Spettroscopia NIR, 13-14 ottobre 2016, Milano. Titolo della comunicazione orale: “Dall’imaging iperspettrale all’imaging multispettrale: identificazione dei canali spettrali utili per la costruzione di sistemi multispettrali NIR con elevate prestazioni”.
• Highly cited paper award – Chemometrics and Intelligent Laboratory Systems. Articolo: A. Ulrici, S. Serranti, C. Ferrari, D. Cesare, G. Foca, G. Bonifazi, Efficient chemometric strategies for PET–PLA discrimination in recycling plants using hyperspectral imaging, Chemometrics and Intelligent Laboratory Systems, 2013, 122, 31-39, DOI: 10.1016/j.chemolab.2013.01.001.

COORDINAMENTO DI SOCIETÀ SCIENTIFICHE
• Componente del Consiglio Direttivo della Società Italiana di Spettroscopia NIR (www.sisnir.org) per il quadriennio 2018-2022.

ORGANIZZAZIONE DI CONVEGNI DI CARATTERE SCIENTIFICO
• Membro del Comitato Scientifico del 9° Simposio Nazionale di Spettroscopia NIR (NIRITALIA 2020), Capodistria (Slovenia) 23-25 Febbraio 2020.
• Membro del Comitato Organizzatore della Winter School – Combining NIR Spectroscopy and Chemometrics, organizzato dalla Società Italiana di Spettroscopia NIR, Milano, 14-18/01/2019.
• Membro del Comitato Scientifico e del Comitato Organizzatore della Summer School on Image Analysis and Hyperspectral Imaging, organizzato dalla Società Italiana di Spettroscopia NIR, Roma, 20-22/09/2017.
• Membro del Comitato Organizzatore del 6° Simposio Italiano di Spettroscopia nel vicino infrarosso (NIRITALIA 2014), Modena, 28-30/05/2014.
• Organizzazione, in qualità di Coordinatore Scientifico del progetto, della Giornata di presentazione del progetto AUTOSTOC presso l’Associazione Granaria di Milano; relazione “Un nuovo metodo per la classificazione qualitativa del frumento tenero”, Milano, 31/03/2009.

COMUNICAZIONI ORALI SU INVITO
• A smartphone-based device for pigments detection by image analysis, Workshop “From Molecules to Devices” organizzato dal Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale dell’Università di Parma
• Valutare la maturazione fenolica dell'uva mediante smartphone, Simposio “Lambrusco e Parmigiano Reggiano: Tecnologie 4.0 per l’innovazione digitale di prodotti e processi”, Camera di commercio di Reggio Emilia, 14/11/ 2018
• Sistemi avanzati di elaborazione di immagini RGB e iperspettrali per il controllo della qualità degli alimenti, mcT Alimentare Verona - Tracciabilità, efficienza e qualità nella filiera alimentare, Verona, 30/10/2013.
• Gestione efficace grandi dataset di immagini iperspettrali: come analizzare tanti campioni senza perdere informazioni utili, Workshop Imaging Iperspettrale – ITIA CNR, Milano, 23/05/2013.
• A feature selection strategy for the analysis of spectra from a photoacoustic sensing system, SPIE - Security + Defence 2012, Edinburgh, UK, 27/09/2012.
• Multivariate Techniques for Elaboration of Signals and Images, ISOF-CNR, Bologna, 24/05/2012.
• Tecniche veloci e non distruttive per il controllo on-line dei prodotti alimentari, Convegno organizzato dalla Piattaforma Agroalimentare della Rete Alta Tecnologia dell’Emilia-Romagna, Parma, 18/10/2011.
• Multivariate image analysis and image feature selection in WT domain considering both cases where spatial location of relevant features matters or not, International Workshop on Multivariate Image Analysis, Valencia, Spagna, 29/09/2009

BREVETTI
• Domanda di Brevetto Italiano n. 102018000004498 depositata in data 13/4/2018, dal titolo "Apparato e metodo per determinare parametri fisici e chimici di un campione disomogeneo tramite acquisizione ed elaborazione di immagini a colori del campione".
• Domanda di Brevetto Internazionale n. PCT/IB2019/052810 depositata in data 5/4/2019, dal titolo "Apparatus and method for determining physical and chemical parameters of an unhomogeneous sample through acquisition and processing of colour images of the sample".

VALUTAZIONE E REFERAGGIO
• Membro di commissioni esaminatrici per procedure pubbliche di selezione finalizzate al reclutamento di ricercatori a tempo determinato, SSD CHIM/01.
• Referee di progetti nazionali per conto del MIUR.
• Reviewer di progetti di ricerca per Università nazionali.
• Reviewer e commissario esterno per la valutazione di Tesi di Dottorato di Università nazionali e straniere.
• Referee per le seguenti riviste scientifiche internazionali: Analytica Chimica Acta, Analytical and Bioanalytical Chemistry, Acta Chimica Slovenica, Biosystems Engineering, Chemical Industry & Chemical Engineering Quarterly, Chemometrics and Intelligent Laboratory Systems, Electrochimica Acta, Euphytica, Innovative Food Science and Emerging Technolgies, Italian Journal of Animal Science, Journal of Agircultural and Food Chemistry, Journal of Biological Systems, Journal of Chemometrics, Journal of Food Engineering, Jounal of Near Infrared Spectroscopy, Polymer Testing, Spectroscopy Letters, Talanta.

WEB:
• http://personale.unimore.it/rubrica/dettaglio/ulrici
• http://www.chimslab.unimore.it/
• http://orcid.org/0000-0002-6010-6400
• https://www.scopus.com/authid/detail.uri?origin=resultslist&authorId=6603708442&zone=
• http://www.researcherid.com/rid/D-4397-2009
• https://scholar.google.com/citations?user=mwe9eVgAAAAJ&hl=it
• https://www.researchgate.net/profile/Alessandro_Ulrici



Qualificazione scientifica del coordinatore

1. avere diretto per almeno un triennio comitati editoriali o di redazione di riviste scientifiche di classe A (per i settori non bibliometrici) o presenti nelle banche dati WoS e Scopus (per i settori bibliometrici) NO    
2. avere svolto il coordinamento centrale di gruppi di ricerca e/o di progetti nazionali o internazionali competitivi SI   descrizione: (max (1.000 caratteri)
Il Prof. Alessandro Ulrici è Principal Investigator del gruppo di ricerca CHIMSLAB (www.chimslab.unimore.it), attivo presso il Dipartimento di Scienze della Vita e presso il Centro Interdipartimentale BIOGEST-SITEIA (UNIMORE). Il gruppo CHIMSLAB collabora attivamente con molti gruppi di ricerca e istituzioni pubbliche e private a livello nazionale ed internazionale. Responsabile scientifico di diversi progetti di ricerca con enti pubblici e privati, tra i quali i seguenti su bandi competitivi: “VITEVEN” Reg. Emilia-Romagna 2019-ora (Resp. Scient. Progetto), “AUTOSTOC” Reg. Lombardia 2007-2009 (Coordinatore), PRIN 2005 (Resp. Scient. UdR UNIMORE, 2006-2008). Ha inoltre collaborato in molti altri progetti, tra i quali i seguenti su bandi competitivi: PRIN 2002, PRIN 2004, prog. Europeo VII FP “CUSTOM” 2010-2013, “CEREALOMB” Regione Lombardia 2004-2006, POR-FESR Regione Emilia Romagna 2014-2020 “SOSTINNOVI”, “VALORIBIO”, “MICROEMIRO” e “RICIPLA”.
 
3. avere partecipato per almeno un triennio al Collegio dei docenti di un Dottorato di ricerca SI   descrizione: (max (1.000 caratteri)
Cicli 33-35: coordinatore del Corso di Dottorato in Scienze, tecnologie e biotecnologie agro-alimentari (Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia)
Cicli 25-32: membro del Collegio Docenti del Corso di Dottorato in Scienze, tecnologie e biotecnologie agro-alimentari (Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia)
Cicli 23-24: membro del Collegio Docenti del Corso di Dottorato in Scienze, tecnologie e biotecnologie alimentari (Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia)
Ciclo 22: membro del Collegio Docenti del Corso di Dottorato in Tecnologie e biotecnologie alimentari (Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia)
Cicli 19-21: membro del Collegio Docenti del Corso di Dottorato in Scienze e biotecnologie agrarie (Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia)
 


Membri del collegio (Personale Docente e Ricercatori delle Università Italiane)

n. Cognome Nome Ateneo Dipartimento/ Struttura Ruolo Qualifica Settore concorsuale Area CUN-VQR SSD Stato conferma adesione
1. ULRICI   Alessandro   MODENA e REGGIO EMILIA   Scienze della vita   Coordinatore   Professore Associato confermato   03/A1   03 - Scienze chimiche   CHIM/01   ha aderito  
2. AMARETTI   Alberto   MODENA e REGGIO EMILIA   Scienze della vita   Componente del gruppo dei 16   Ricercatore confermato   03/D1   03 - Scienze chimiche   CHIM/11   ha aderito  
3. ARRU   Laura   MODENA e REGGIO EMILIA   Scienze della vita   Altro Componente   Ricercatore confermato   05/A2   05 - Scienze biologiche   BIO/04   ha aderito  
4. BENVENUTI   Stefania   MODENA e REGGIO EMILIA   Scienze della vita   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato confermato   03/D1   03 - Scienze chimiche   CHIM/08   ha aderito  
5. CONTE   Angela   MODENA e REGGIO EMILIA   Scienze della vita   Componente del gruppo dei 16   Professore Ordinario   05/E1   05 - Scienze biologiche   BIO/10   ha aderito  
6. FRANCIA   Enrico   MODENA e REGGIO EMILIA   Scienze della vita   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato (L. 240/10)   07/B1   07 - Scienze agrarie e veterinarie   AGR/02   ha aderito  
7. MAISTRELLO   Lara   MODENA e REGGIO EMILIA   Scienze della vita   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato (L. 240/10)   07/D1   07 - Scienze agrarie e veterinarie   AGR/11   ha aderito  
8. MANDRIOLI   Mauro   MODENA e REGGIO EMILIA   Scienze della vita   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato confermato   05/I1   05 - Scienze biologiche   BIO/18   ha aderito  
9. MANICARDI   Gian Carlo   MODENA e REGGIO EMILIA   Scienze della vita   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato confermato   05/I1   05 - Scienze biologiche   BIO/18   ha aderito  
10. PECCHIONI   Nicola   MODENA e REGGIO EMILIA   Scienze della vita   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato confermato   07/B1   07 - Scienze agrarie e veterinarie   AGR/02   ha aderito  
11. PULVIRENTI   Andrea   MODENA e REGGIO EMILIA   Scienze della vita   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato confermato   07/I1   07 - Scienze agrarie e veterinarie   AGR/16   ha aderito  
12. ROSSI   Maddalena   MODENA e REGGIO EMILIA   Scienze della vita   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato confermato   03/D1   03 - Scienze chimiche   CHIM/11   ha aderito  
13. STEFANI   Emilio   MODENA e REGGIO EMILIA   Scienze della vita   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato confermato   07/D1   07 - Scienze agrarie e veterinarie   AGR/12   ha aderito  
14. TAGLIAZUCCHI   Davide   MODENA e REGGIO EMILIA   Scienze della vita   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato (L. 240/10)   05/E1   05 - Scienze biologiche   BIO/10   ha aderito  
15. FOCA   Giorgia   MODENA e REGGIO EMILIA   Scienze della vita   Altro Componente   Ricercatore confermato   03/A1   03 - Scienze chimiche   CHIM/01   ha aderito  
16. LICCIARDELLO   Fabio   MODENA e REGGIO EMILIA   Scienze della vita   Componente del gruppo dei 16   Ricercatore a t.d. - t.pieno (art. 24 c.3-b L. 240/10)   07/F1   07 - Scienze agrarie e veterinarie   AGR/15   ha aderito  
17. LO FIEGO   Domenico Pietro   MODENA e REGGIO EMILIA   Scienze della vita   Componente del gruppo dei 16   Professore Ordinario   07/G1   07 - Scienze agrarie e veterinarie   AGR/19   ha aderito  
18. SOLIERI   Lisa   MODENA e REGGIO EMILIA   Scienze della vita   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato (L. 240/10)   07/I1   07 - Scienze agrarie e veterinarie   AGR/16   ha aderito  
19. ANTONELLI   Andrea   MODENA e REGGIO EMILIA   Scienze della vita   Altro Componente   Professore Ordinario   07/F1   07 - Scienze agrarie e veterinarie   AGR/15   ha aderito  


Membri del collegio (Personale non accademico dipendente di altri Enti e Personale docente di Università Straniere)

n. Cognome Nome Ruolo Tipo di ente: Ateneo/Ente di appartenenza Paese Dipartimento/ Struttura Qualifica Codice fiscale SSD Attribuito Area CUN-VQR attribuita N. di Pubblicazioni (*)
1. AMIGO   JOSE   Altro Componente   Università straniera   University of the Basque Country   Spagna   Department of Analytical Chemistry   Professore di Univ.Straniera     CHIM/01   03   54  
2. ARENCIBIA   ARIEL D.   Altro Componente   Università straniera   Universidad Católica del Maule   Cile   Centre of Biotechnology in Natural Resources   Professore di Univ.Straniera     BIO/04   05   8  
3. FAUCITANO   LUIGI   Altro Componente   Altro Ente (no VQR)   Agriculture and Agri-Food Canada   Canada   Sherbrooke Research and Development Centre   Esperti di cui all’art. 6, c.4     AGR/19   07   27  
4. GALIBA   GÁBOR   Altro Componente   Università straniera   Pannon Egyetem - University of Pannonia   Ungheria   Department of Meteorology and Water Management   Professore di Univ.Straniera     AGR/02   07   24  
5. GUILLARD   VALERIE   Altro Componente   Università straniera   Université de Montpellier   Francia   Department of Biological Engineering   Professore di Univ.Straniera     AGR/15   07   34  
6. HAYE   TIM   Altro Componente   Altro Ente (no VQR)   CABI   Svizzera   CABI Europe-Switzerland Centre   Esperti di cui all’art. 6, c.4     AGR/11   07   32  
7. KELLY   ALAN   Altro Componente   Università straniera   University College Cork   Eire   Department of Food & Nutritional Sciences   Professore di Univ.Straniera     AGR/15   07   76  
8. TORIJA   MARIA JESÚS   Altro Componente   Università straniera   Universitat Rovira i Virgili   Spagna   Department of Biochemistry and Biotechnology   Professore di Univ.Straniera     AGR/16   07   26  


(*) numero di prodotti scientifici pubblicati dotati di ISBN/ISMN/ISSN o indicizzati su WoS o Scopus negli ultimi cinque anni


Principali Atenei e centri di ricerca internazionali con i quali il collegio mantiene collaborazioni di ricerca (max 5) con esclusione di quelli di cui alla sezione 1

n. Denominazione Paese Tipologia di collaborazione
1. KØBENHAVNS UNIVERSITET   Danimarca   (max 500 caratteri)
Scambio di studenti per periodi di formazione. Ricerche condivise. Pubblicazione di articoli scientifici indicizzati su WoS o Scopus.
 
2. DAMANHOUR UNIVERSITY   Egitto   (max 500 caratteri)
Scambio di studenti per periodi di formazione. Ricerche condivise. Pubblicazione di articoli scientifici indicizzati su WoS o Scopus.
 
3. UNIVERSITY OF VALENCIA   Spagna   (max 500 caratteri)
Scambio di studenti per periodi di formazione. Ricerche condivise. Pubblicazione di articoli scientifici indicizzati su WoS o Scopus.
 
4. UNIVERSITAT DE LLEIDA   Spagna   (max 500 caratteri)
Scambio di studenti per periodi di formazione. Ricerche condivise. Pubblicazione di articoli scientifici indicizzati su WoS o Scopus.
 
5. UNIVERSIDADE ESTADUAL DE LONDRINA   Brasile   (max 500 caratteri)
Scambio di docenza tra ricercatori delle rispettive università. Scambio di studenti per periodi di formazione. Ricerche condivise. Pubblicazione di articoli scientifici indicizzati su WoS o Scopus.
 


Descrizione della situazione occupazionale dei dottori di ricerca che hanno acquisito il titolo negli ultimi tre anni

(max 1.500 caratteri)
Tutti i Dottori di ricerca provenienti dal Corso di Dottorato in Scienze, Tecnologie e Biotecnologie Agro-Alimentari hanno trovato una collocazione nel mondo del lavoro, anche in posizioni prestigiose. La distribuzione è equa tra enti di ricerca pubblici e aziende private. Negli ultimi tre cicli conclusi (XXX-XXXII) i dottorandi che hanno discusso la Tesi sono stati 29.


Note

(MAX 1.000 caratteri):
Negli ultimi dieci cicli (XXVI-XXXV ciclo) il Corso di Dottorato è stato frequentato da 12 studenti provenienti da paesi stranieri, sia UE che extra-UE (Germania, Grecia, India, Iran, Moldavia, Nigeria, Romania, Spagna, Tunisia, Turchia). Coloro che hanno già ottenuto il titolo di Dottore di Ricerca hanno trovato una collocazione in Aziende, Enti di Ricerca ed Università in Italia, nel paese di provenienza o in altri stati stranieri.


3. Eventuali curricula
Curriculum dottorali afferenti al Corso di dottorato
La sezione è compilabile solo se nel punto "Corso di Dottorato" si è risposto in maniera affermativa alla domanda "Presenza di eventuali curricula?"


Note


4. Struttura formativa

Attività didattica disciplinare e interdisciplinare

Insegnamenti ad hoc previsti nell'iter formativo Tot CFU: 30   n.ro insegnamenti: 22   di cui è prevista verifica finale: 22  
Insegnamenti mutuati da corsi di laurea magistrale NO      
Insegnamenti mutuati da corsi di laurea (primo livello) NO      
Cicli seminariali SI  
Soggiorni di ricerca (ITALIA - al di fuori delle istituzioni coinvolte) NO      
Soggiorni di ricerca (ESTERO nell’ambito delle istituzioni coinvolte) NO      
Soggiorni di ricerca (ESTERO - al di fuori delle istituzioni coinvolte) SI     Periodo medio previsto (in mesi per studente): 4  


Descrizione delle attività di formazione di cui all’art. 4, comma 1, lett. f)

Tipologia  Descrizione sintetica (max 500 caratteri per ogni descrizione)
Linguistica Tutte le attività didattiche, seminariali e la tesi finale sono obbligatoriamente svolte in lingua inglese. Inoltre, viene proposto un corso di inglese scientifico, tenuto da parte di un docente madrelingua, la cui frequenza è obbligatoria per tutti gli studenti. Il corso di inglese viene condiviso con altri corsi di dottorato del nostro stesso Ateneo.  
Informatica All’interno della didattica organizzata per il Corso di Dottorato vengono tenuti dei corsi di ambito informatico relativi alla Data Science e alla gestione di Big Data. Tra questi “Introduction to MATLAB environment”, “Applications of multivariate analysis in the agri-food context”, “RGB and hyperspectral image analysis for food monitoring” e “Functional Genomics Approaches in Crop Plants” introducono i concetti fondamentali ed applicazioni delle tecniche di gestione ed elaborazione di Big Data.  
Gestione della ricerca, della conoscenza dei sistemi di ricerca e dei sistemi di finanziamento Ogni anno viene organizzato dall’Ufficio Ricerca un corso specifico sulle tematiche di Gestione della ricerca e conoscenza dei sistemi di finanziamento nazionale e internazionale. Inoltre, sempre annualmente, il personale della Biblioteca Scientifica Interdipartimentale organizza il corso “La ricerca dell'informazione scientifica e la gestione delle citazioni bibliografiche nel lavoro scientifico”. Entrambi i corsi sono offerti a tutti i dottorati dell’Ateneo.  
Valorizzazione dei risultati della ricerca e della proprietà intellettuale Analogamente a quanto scritto sopra, l’Ufficio Ricerca dell'Ateneo organizza annualmente un corso, comune a tutti i dottorati, che descrive ai partecipanti come brevettare e preservare le proprietà intellettuali delle ricerche effettuate.  


Note

(MAX 1.000 caratteri):
Il Corso prevede attività didattiche e di formazione alla ricerca, con un percorso formativo triennale per un impegno complessivo valutabile in 180 CFU. Il percorso comprende attività di ricerca in tematiche avanzate del settore, attività seminariali, partecipazione a corsi monografici e convegni scientifici, corsi d’insegnamento avanzato, nonché stage presso laboratori diversi da quello in cui viene svolta l’attività di ricerca principale. I CFU della didattica frontale sono 30, mentre i restanti 150 CFU comprendono l’attività di ricerca svolta per la preparazione e la stesura della tesi. Il numero di corsi è superiore al numero di crediti richiesti, in modo che ogni dottorando possa seguire i corsi più attinenti alle tematiche di proprio interesse.

5. Posti, borse e budget per la ricerca

Posti, borse e budget per la ricerca

Descrizione Ciclo 36° Anagrafe dottorandi (35°) Ciclo 35° (Tabella POSTI)
A - Posti banditi
(messi a concorso)
 
1. Posti banditi con borsa   N. 6   5   5 (5) (5)  
2. Posti coperti da assegni di ricerca     0    
3. Posti coperti da contratti di apprendistato     0    
Sub totale posti finanziati (A1+A2+A3)   N. 6   N. 5   5 (5)  
4. Eventuali posti senza borsa   N. 1   2   2 (2) (2)  
B - Posti con borsa riservati a laureati in università estere     0    
C - Posti riservati a borsisti di Stati esteri   N. 1   0    
D - Posti riservati a borsisti in specifici programmi di mobilità internazionale     0    
E - Posti riservati a dipendenti di imprese impegnati in attività di elevata qualificazione (dottorato industriale) o a dipendenti di istituti e centri di ricerca pubblici impegnati in attività di elevata qualificazione (con mantenimento di stipendio)     4   4 (4) (4)  
F - Posti senza borsa riservati a laureati in Università estere     0    
TOTALE = A + B + C + D + E + F   N. 8   N. 11   11 (11)  
DI CUI CON BORSA = TOTALE – A4 - F   N. 7   N. 9   9 (9)  
Importo della borsa
(importo annuale al lordo degli oneri previdenziali a carico del percipiente)
 
Euro: 15.343,32      
Budget pro-capite annuo per attività di ricerca in Italia e all’Estero
(a partire dal secondo anno, in termini % rispetto al valore annuale della borsa al lordo degli oneri previdenziali a carico del percipiente)
 
(min 10% importo borsa): 10,00      
Importo aggiuntivo alla borsa per mese di soggiorno di ricerca all’estero
(in termini % rispetto al valore mensile della borsa al lordo degli oneri previdenziali a carico del percipiente)
 
(MAX 50% importo borsa): 50,00      
BUDGET complessivamente a disposizione del corso per soggiorni di ricerca all'estero
(importo lordo annuale comprensivo degli oneri previdenziali a carico del percipiente)



Nota: il budget complessivamente a disposizione del corso per soggiorni all’estero è calcolato considerando la percentuale di maggiorazione della borsa, il numero di mesi all’estero, il numero di anni del corso e il numero di studenti con borsa.
 
Euro: 15.343,44      
Eventuali note:
(max 500 caratteri)
€ 18.845,76: importo complessivo borsa a carico dell'Ateneo con oneri.
Il budget per soggiorni all'estero fa riferimento a quattro mesi presunti per tutti i borsisti, fermo restando che eventuali soggiorni di durata superiore troveranno comunque copertura.
A seconda della tipologia della borsa il budget è a carico dell'Ateneo o del finanziatore.
In caso di reperimento di ulteriori finanziamenti i posti e le borse potranno essere aumentate.
 

Attenzione: i dati di questa sezione relativi agli iscritti al ciclo precedente vengono aggiornati utilizzando le informazioni inserite nella piattaforma ANS/PL fino al giorno della chiusura della scheda anagrafe .

Fonti di copertura del budget del corso di dottorato (incluse le borse)

FONTE  Importo (facoltativo) Descrizione Tipologia
(max 200 caratteri)
Fondi Ministeriali   5 borse  
Progetti competitivi o fondi messi a disposizione dal proponente   Budget ricerca (10%) per tutti i dottorandi con e senza borsa, esclusa quella finanziata dall'esterno, coperta dal finanziatore.  
Fondi di ateneo   50% aumento estero per le borse su Fondi ministeriali.  
Finanziamenti esterni   1 borsa finanziata da Bioecology S.r.l., comprensiva del 10% budget ricerca ed eventuale 50% aumento estero.  
Altro   Collaborazione con Bioecology S.r.l. per dottorato industriale, senza riserva di posto per dipendente.  


Note

(MAX 1.000 caratteri):
Una ulteriore Borsa potrebbe essere finanziata nell’ambito del Bando VINCI 2020 dell’Università Italo-Francese (Capitolo III - Borse triennali di dottorato in cotutela). Il Corso di Dottorato sarebbe il principale proponente, prevedendo per il dottorando un periodo di 12 mesi presso l’Université de Bordeaux. L’esito sarà pubblicato in giugno 2020.

6. Strutture operative e scientifiche

Strutture operative e scientifiche

Tipologia Descrizione sintetica (max 500 caratteri per ogni descrizione)
Attrezzature e/o Laboratori   Tutti i laboratori del Dipartimento, dislocati tra la sede di Reggio Emilia (via Kennedy) e quella di Modena (via Campi), sono a disposizione di tutti i dottorandi, così come quelli del Centro Interdipartimentale di Ricerca BIOGEST-SITEIA e del Centro Interdipartimentale Grandi Strumenti dell’Ateneo (CIGS).  
Patrimonio librario   consistenza in volumi e copertura delle tematiche del corso   Nelle Biblioteche di Ateneo sono presenti 25198 volumi inerenti gli argomenti di interesse del dottorato.  
abbonamenti a riviste (numero, annate possedute, copertura della tematiche del corso)   L'Ateneo ha stipulato 299 abbonamenti a riviste inerenti i settori di interesse del dottorato, per 37788 annate possedute.  
E-resources   Banche dati (accesso al contenuto di insiemi di riviste e/o collane editoriali)   Centoundici banche dati sono a disposizione dei nostri dottorandi, a copertura di tutte le tematiche trattate all'interno del nostro corso di dottorato.  
Software specificatamente attinenti ai settori di ricerca previsti   Gli studenti di dottorato si avvalgono di numerosi software messi a loro disposizione, anche per l’analisi di Big Data:
MATLAB, Simulink, Image Processing Toolbox, MATLAB Compiler, Signal Processing Toolbox, Spreadsheet Link EX, Statistics Toolbox, Wavelet Toolbox, PLS Toolbox, MIA Toolbox, Modde, Design Expert, Minitab, Python, R, R/Bioconductor, FastQC, Trimmomatic, Bowtie2, Tophat2, HTseq, EdgeR, GOseq, MapMan, Blast2GO, HiSat2, Subread, TriAnnot pipeline, Genstat, TASSEL.
 
Spazi e risorse per i dottorandi e per il calcolo elettronico   WI-Fi in ogni area dell’Ateneo. Postazioni fisse interscambiabili a disposizione dei dottorandi dislocate nei vari laboratori. Tutti gli spazi del Dipartimento di Scienze della Vita, del Centro Interdipartimentale di Ricerca BIOGEST SITEIA e le risorse del Centro di Calcolo Scientifico dell’Ateneo sono a disposizione dei nostri dottorandi. Inoltre centri di ricerca afferenti al CREA (GB e CI) mettono a disposizione dei nostri dottorandi spazi, risorse e competenze.  
Altro    


Note

(MAX 1.000 caratteri):
Tutte le strutture operative di Ateneo sono a disposizione di tutti i Corsi di Dottorato.

7. Requisiti e modalità di ammissione

Requisiti richiesti per l'ammissione

Tutte le lauree magistrali: SI, Tutte  
se non tutte, indicare quali:  
Altri requisiti per studenti stranieri:  
Eventuali note (max 500 caratteri):
Possono essere ammessi anche coloro (italiani e stranieri) che conseguano entro il termine previsto dal bando:
- una laurea (ante D.M. 509/99) o una laurea specialistica (D.M. 509/99) in Italia;
- un titolo accademico all'estero analogo alla laurea magistrale italiana.
 


Modalità di ammissione

Modalità di ammissione
Titoli
Progetto di ricerca
 
Per i laureati all'estero la modalità di ammissione
è diversa da quella dei candidati laureati in Italia?
NO  
se SI specificare:  


Attività dei dottorandi

È previsto che i dottorandi possano svolgere attività di tutorato SI
 
 
È previsto che i dottorandi possano svolgere attività di didattica integrativa SI
 
Ore previste: 15  


Note

(MAX 1.000 caratteri):
A ogni dottorando è richiesto un minimo di due pubblicazioni su riviste scientifiche con IF per essere ammesso alla discussione finale della tesi. Eccezione viene fatta per i dottorati industriali, a causa del segreto industriale che copre sempre le ricerche svolte.
L'attività svolta viene valutata annualmente dal Collegio Docenti mediante un Workshop organizzato a tal fine dal Corso di Dottorato, cui partecipano tutti i dottorandi con un contributo in lingua inglese (orale, flash presentation o poster, a seconda dell’anno di corso).
Il Corso di Dottorato è inoltre parte sin da quando è stato istituito della Rete Nazionale dei corsi di Dottorato in Scienze, Tecnologie e Biotecnologie Alimentari, che ogni anno organizza un Workshop invitando relatori stranieri. I dottorandi partecipano con un contributo in lingua inglese, valutato da tre referee.



Dottorato innovativo a caratterizzazione internazionale

• Dottorato in collaborazione con Università e/o enti di ricerca esteri   SI
 
Motivazione:
Convenzione con Kosovo Institute of Agriculture (Ministry of Agriculture, Forestry and Rural Development – Republic of Kosovo) su specifici temi di ricerca e previsione di doppia supervisione
 
• Dottorato relativo alla partecipazione a bandi internazionali (e.g. Marie Skłodowska Curie Actions, ERC)   SI    
• Collegio di dottorato composto per almeno il 25% da docenti appartenenti a qualificate università o centri di ricerca stranieri   SI    
• Presenza di eventuali curricula in collaborazione con Università/Enti di ricerca estere e durata media del periodo all'estero dei dottori di ricerca pari almeno a 12 mesi   NO
 
 
• Presenza di almeno 1/3 di iscritti al Corso di Dottorato con titolo d'accesso acquisito all'estero ***   NO    


Dottorato innovativo a caratterizzazione intersettoriale

• Dottorato in convenzione con Enti di Ricerca   NO
 
 
• Dottorato in convenzione con le imprese o con enti che svolgono attività di ricerca e sviluppo   SI
 
Motivazione:
Convenzione con BioEcology S.r.l. per dottorato industriale senza dipendente ai sensi dell'art. 11 DM 45/2013.
 
• Dottorato selezionato su bandi internazionali con riferimento alla collaborazione con le imprese   NO
 
 
• Dottorati inerenti alle tematiche dell’iniziativa “Industria 4.0   SI
 
Motivazione:
Le ricerche nell’ambito del dottorato includono temi relativi a tecnologie abilitanti di Industria 4.0, per lo sviluppo della Digital Agriculture applicata alle catene del valore dell'agroalimentare.
I dottorandi sono stati coinvolti attivamente in ricerche che hanno ad esempio compreso:
- sviluppo di un dispositivo IoT stampato in 3D integrato con smartphone, per stimare direttamente in vigneto parametri relativi alla maturazione dell’uva. Le informazioni ottenute dall’elaborazione di immagini mediante tecniche di Big Data Analytics vengono trasmesse in Cloud e sono istantaneamente accessibili a tutti gli stakeholder
- applicazioni dell'agricoltura di precisione (sensoristica di prossimità, mappaggio delle rese, dosaggio dei fattori di produzione) per migliorare la sostenibilità del processo produttivo primario in specie erbacee ed arboree
- miglioramento dell'efficienza e della produttività nell'ambito delle industrie alimentari mediante l'applicazione di sensoristica e IoT dedicate.
 
• Presenza di convenzione con altri soggetti istituzionali su specifici temi di ricerca o trasferimento tecnologico e che prevedono una doppia supervisione   SI
 
Motivazione:
Convenzione con Kosovo Institute of Agriculture (Ministry of Agriculture, Forestry and Rural Development – Republic of Kosovo) su specifici temi di ricerca e previsione di doppia supervisione.
 


Dottorato innovativo a caratterizzazione interdisciplinare

• Dottorati (con esclusione di quelli suddivisi in curricula) con iscritti provenienti da almeno 2 aree CUN, rappresentata ciascuna per almeno il 30% (rif. Titolo LM o LMCU )   NO    
• Corsi appartenenti a Scuole di Dottorato che prevedono contestualmente ambiti tematici relativi a problemi complessi caratterizzati da forte multidisciplinarità   NO
 
 
• Dottorati inerenti alle tematiche dei

Big Data
, relativamente alle sue metodologie o applicazioni
 
SI
 
Motivazione:
Nel Corso di Dottorato vengono affrontate, sia a livello di attività seminariale che di ricerca svolta dai dottorandi, tematiche inerenti a metodologie ed applicazioni di Data Science per l’elaborazione di Big Data.
L’offerta formativa prevede diversi seminari che illustrano le tecniche chemiometriche fondamentali per l’estrazione dell’informazione utile da grandi moli di dati per monitoraggio di prodotto e di processo in ambito agro-alimentare, e per gestire con strumenti bioinformatici le problematiche legate alla crescente disponibilità di sequenze genomiche e trascrittomiche ottenute da specie vegetali e microbiche.
Gli stessi argomenti sono anche oggetto della ricerca svolta da alcuni dottorandi, i quali sono stati pure coinvolti in progetti nazionali ed internazionali relativi alla gestione di Big Data (CUSTOM, FROSTMAP, AGER-RISINNOVA, Mappa 5A, InterOmics, SOSTINNOVI, VITEVEN) e risultano coautori di diverse pubblicazioni internazionali nell’ambito della Data Science.
 
• Dottorati che rispondono congiuntamente ai seguenti criteri      
presenza nel Collegio di Dottorato di docenti afferenti ad almeno due aree CUN, rappresentata ciascuna per almeno il 20% nel Collegio stesso   SI    
presenza di un tema centrale che aggreghi coerentemente discipline e metodologie diverse, anche con riferimento alle aree ERC   SI   Motivazione:
All’interno del Corso di Dottorato, le problematiche relative all’ambito delle Scienze, Tecnologie e Biotecnologie Agro-Alimentari vengono affrontate in modo multidisciplinare, coinvolgendo docenti appartenenti a tre diverse aree CUN (03, 05 e 07). Queste risultano complementari per la formazione dei dottorandi, permettendo di coprire diverse aree ERC appartenenti alle macroaree PE ed LS.
 


Chiusura proposta e trasmissione: 19/05/2020


.