MINISTERO DELL'UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA


Modulo Proposta Anagrafe dei dottorati - a.a. 2020/2021
codice = DOT1412034




1. Informazioni generali



Corso di Dottorato

Il corso è: Rinnovo  
Denominazione del corso SCIENZE E TECNOLOGIE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI  
Cambio Titolatura? NO  
Ciclo 36  
Data presunta di inizio del corso 16/11/2020  
Durata prevista 3 ANNI  
Dipartimento/Struttura scientifica proponente Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali  
Dottorato in collaborazione con le imprese/dottorato industriale
(art. 11 del regolamento):
NO
[dato riportato in automatico dalla sezione "Tipo di Organizzazione"]
 
Dottorato in collaborazione con Università e/o enti di ricerca esteri
(art. 10 del regolamento):
NO
[dato riportato in automatico dalla sezione "Tipo di Organizzazione"]
 
Dottorato relativo alla partecipazione a bandi internazionali: NO  
se altra tipologia:
-
 
se SI, Descrizione tipo bando  
se SI, Esito valutazione  
Il corso fa parte di una Scuola? SI  
se SI quale SCUOLA DI DOTTORATO DELL'UNIVERSITA' DEL SALENTO  
Presenza di eventuali curricula? SI  
Sito web dove sia visibile l'offerta formativa prevista ed erogata http://www.disteba.unisalento.it/dottorati  


AMBITO: indicare i settori scientifico disciplinari coerenti con gli obiettivi formativi del corso

n. Settori scientifico disciplinari interessati (SSD) Indicare il peso percentuale di ciascun SSD nel progetto scientifico del corso Settori concorsuali interessati Macrosettore concorsuale interessato Aree CUN-VQR interessate
1. FIS/01     %  3,23   FISICA SPERIMENTALE DELLA MATERIA   02/B - FISICA DELLA MATERIA  
02 - Scienze fisiche
 
2. CHIM/01     %  3,23   CHIMICA ANALITICA   03/A - ANALITICO, CHIMICO-FISICO  
03 - Scienze chimiche
 
3. CHIM/03     %  6,44   FONDAMENTI DELLE SCIENZE CHIMICHE E SISTEMI INORGANICI   03/B - INORGANICO,TECNOLOGICO  
03 - Scienze chimiche
 
4. GEO/04     %  3,23   GEOLOGIA APPLICATA, GEOGRAFIA FISICA E GEOMORFOLOGIA   04/A - GEOSCIENZE  
04 - Scienze della Terra
 
5. GEO/11     %  3,23   GEOFISICA   04/A - GEOSCIENZE  
04 - Scienze della Terra
 
6. GEO/12     %  3,23   GEOFISICA   04/A - GEOSCIENZE  
04 - Scienze della Terra
 
7. BIO/01     %  3,23   BOTANICA   05/A - BIOLOGIA VEGETALE  
05 - Scienze biologiche
 
8. BIO/03     %  3,23   BOTANICA   05/A - BIOLOGIA VEGETALE  
05 - Scienze biologiche
 
9. BIO/04     %  3,23   FISIOLOGIA VEGETALE   05/A - BIOLOGIA VEGETALE  
05 - Scienze biologiche
 
10. BIO/05     %  9,62   ZOOLOGIA E ANTROPOLOGIA   05/B - BIOLOGIA ANIMALE E ANTROPOLOGIA  
05 - Scienze biologiche
 
11. BIO/07     %  3,23   ECOLOGIA   05/C - ECOLOGIA  
05 - Scienze biologiche
 
12. BIO/09     %  6,44   FISIOLOGIA   05/D - FISIOLOGIA  
05 - Scienze biologiche
 
13. BIO/10     %  3,23   BIOCHIMICA GENERALE   05/E - BIOCHIMICA E BIOLOGIA MOLECOLARE SPERIMENTALI E CLINICHE  
05 - Scienze biologiche
 
14. BIO/11     %  3,23   BIOLOGIA MOLECOLARE   05/E - BIOCHIMICA E BIOLOGIA MOLECOLARE SPERIMENTALI E CLINICHE  
05 - Scienze biologiche
 
15. BIO/13     %  3,23   BIOLOGIA APPLICATA   05/F - BIOLOGIA APPLICATA  
05 - Scienze biologiche
 
16. BIO/16     %  3,23   ANATOMIA UMANA   05/H - ANATOMIA UMANA E ISTOLOGIA  
05 - Scienze biologiche
 
17. BIO/18     %  3,23   GENETICA   05/I - GENETICA E MICROBIOLOGIA  
05 - Scienze biologiche
 
18. BIO/19     %  3,23   MICROBIOLOGIA   05/I - GENETICA E MICROBIOLOGIA  
05 - Scienze biologiche
 
19. MED/04     %  3,23   PATOLOGIA GENERALE E PATOLOGIA CLINICA   06/A - PATOLOGIA E DIAGNOSTICA DI LABORATORIO  
06 - Scienze mediche
 
20. MED/42     %  3,23   IGIENE GENERALE E APPLICATA, SCIENZE INFERMIERISTICHE E STATISTICA MEDICA   06/M - SANITA’ PUBBLICA  
06 - Scienze mediche
 
21. CHIM/06     %  6,44   CHIMICA ORGANICA   03/C - ORGANICO,INDUSTRIALE  
03 - Scienze chimiche
 
22. CHIM/12     %  3,23   CHIMICA ANALITICA   03/A - ANALITICO, CHIMICO-FISICO  
03 - Scienze chimiche
 
23. MED/02     %  3,23   PATOLOGIA GENERALE E PATOLOGIA CLINICA   06/A - PATOLOGIA E DIAGNOSTICA DI LABORATORIO  
06 - Scienze mediche
 
24. AGR/12     %  3,23   PATOLOGIA VEGETALE E ENTOMOLOGIA   07/D - PATOLOGIA VEGETALE E ENTOMOLOGIA  
07 - Scienze agrarie e veterinarie
 
25. AGR/03     %  3,23   SCIENZE E TECNOLOGIE DEI SISTEMI ARBOREI E FORESTALI   07/B - SISTEMI COLTURALI AGRARI E FORESTALI  
07 - Scienze agrarie e veterinarie
 
26. BIO/06     %  3,23   ANATOMIA COMPARATA E CITOLOGIA   05/B - BIOLOGIA ANIMALE E ANTROPOLOGIA  
05 - Scienze biologiche
 
  TOTALE    %  100,00          


Descrizione e obiettivi del corso

Il dottorato intende formare ricercatori che operino con competenza e autonomia in biologia cellulare e molecolare, biotecnologie, agraria, biodiversità, ecologia, chimica, fisica, monitoraggio e modellistica ambientale, inclusi i cambiamenti climatici e la meteorologia urbana. Corsi seminariali offriranno una chiara visione di problematiche, metodologie e prospettive nei campi suddetti. I dottorandi verranno inseriti nelle attività di ricerca svolte nel Dipartimento (Di.S.Te.B.A.), verranno preparati ad analizzare ed elaborare criticamente i risultati conseguiti, a diffonderli nella comunità scientifica mediante pubblicazioni su riviste internazionali, convegni, congressi, e a contribuire alla diffusione della cultura scientifica in generale.
Il Dottorato integra differenti aree culturali (biologia, agraria, chimica, geologia, geofisica) nei diversi approcci (sperimentale, teorico-modellistico, statistico-quantitativo ecc.) ed è composto di 2 curricula:
-biologia e biotecnologie (con l’obiettivo di rendere i dottorandi consapevoli della interazione sinergica tra biologia animale e vegetale di base e le biotecnologie e di sviluppare la coscienza del problema etico inerente alle biotecnologie).
-biodiversità, ecologia e ambiente (con l’obiettivo di fornire le competenze richieste in tali ambiti, con particolare attenzione ad approcci integrati alle problematiche inerenti la struttura, la composizione, l'organizzazione, il funzionamento e l'evoluzione dei sistemi ambientali).


Sbocchi occupazionali e professionali previsti

Scopo del dottorando è sviluppare competenze sperimentali, teoriche e gestionali fino al raggiungimento dell’autonomia nella ricerca scientifica e lagestione di progetti. Questo consentirà l’impiego in vari settori della ricerca e dell’alta formazione, in strutture operanti nei campidibiologia e delle biotecnologia applicate, degli ecosistemi, di modellistica, dello sviluppo di metodologie innovative per il monitoraggio, la protezione e tutela ambientale. Nello specifico si prevede la collocazione dei dottori di ricerca nei seguenti settori:
- nella ricerca universitaria, in istituti di ricerca pubblici e privati;
- in strutture operanti nell’ambito del SSN, nelle agenzie per la protezione dell’ambiente,
-nei laboratori di diagnostica e di sviluppo e produzione di saggi molecolari e/o cellulari;
- nei reparti di produzione e controllo di qualità nelle imprese biotecnologiche, in quelle operanti nell’innovazione biotecnologica;
- nelle imprese farmaceutiche, agro-alimentari, chimiche e in quelle interessate alla utilizzazione dei sistemi biologici per lo sviluppo e la produzione di biosensori e sistemi innovativi per la diagnostica ed il monitoraggio ambientale;
- nelle aziende di servizi negli ambiti connessi con laboratori di analisi e di controllo biologico/chimico, di pianificazione di attività industriali orientate allo sviluppo ecosostenibile;
- negli enti preposti al monitoraggio e al recupero ambientale;
- negli enti preposti alla elaborazione di brevetti.


Sede amministrativa

Ateneo Proponente: Università del SALENTO  
N° di borse finanziate 12  
Sede Didattica Lecce  


Tipo di organizzazione

1) Singola Università
 


Note



2. Collegio dei docenti



Coordinatore

Cognome Nome Ateneo Proponente: Dipartimento/ Struttura Qualifica Settore concorsuale Area CUN-VQR
MARSIGLIANTE   Santo   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Professore Associato confermato   05/D1   5  


Curriculum del coordinatore

- 1986: Laurea in Scienze Biologiche presso Università degli Studi di Lecce
- 1991: Ph.D. presso la Facoltà di Scienze del St. Bartholomew's Hospital Medical College di Londra, UK
- 1991: Ricercatore universitario presso la Facoltà di Scienze dell'Università di Lecce per la disciplina di Fisiologia Generale (Settore E04A)
- 2001: Professore Associato nel Settore Disciplinare BIO/09 Fisiologia presso la Facoltà di Scienze dell'Università di Lecce.

ATTIVITA' DIDATTICA

Insegnamento di "Fisiologia Cellulare" cdl in Scienze Biologiche
da A.A. 1997-1998 a A.A. 2004-2005

Insegnamento di "Endocrinologia" cdl in Scienze Biologiche
A.A. 2003-2004 e A.A. 2004-2005

Insegnamento di "Fisiologia" cdl in Ingegneria dell’Automazione
A.A. 2002-2003 e A.A. 2003-2004

Insegnamento di "Elementi di Fisiologia" cdl in Scienze Biologiche
A.A. 2004-2005

Insegnamento di "Fisiologia I" cdl in Scienze Biologiche
A.A. 2005-2006

Insegnamento di "Fisiologia Cellulare e Molecolare" cdl in Scienze Biologiche
da A.A. 2004-2005 a A.A. 2009-2010

Insegnamento di "Fisiologia Oculare" cdl in Ottica e Optometria
da A.A. 2005-2006 a A.A. 2009-2010

Insegnamento di "Fisiologia Generale e Oculare" cdl in Ottica e Optometria
da A.A. 2010-2011 a A.A. 2019-2020

Insegnamento di "Farmacologia" cdl Specialistica in Biologia Umana
A.A. 2010-2011
Insegnamento di "Farmacologia" cdl Magistrale in Biotecnologie Mediche e Nanobiotecnologie
A.A. 2011-2012 e A.A. 2012-2013

Insegnamento di "Fisiologia Cellulare" cdl Magistrale in Biotecnologie Mediche e Nanobiotecnologie
da A.A. 2011-2012 a A.A. 2019-2020

Insegnamento di "Fisiologia Generale" cdl in Scienze e Tecnologie Ambientali
da A.A. 2016-2017 a A.A. 2019-2020

da A.A. 2007-2008 a A.A. 2014-2015 Docente al Master di I livello "Data manager in Oncologia"
da A.A. 2014-2015 - oggi Docente al Master di II livello "Biomedicina Molecolare"
da A.A.2015-2016 - oggi Docente al Master di II livello "Biologia della riproduzione e tecniche di procreazione mediamente assistita"

A.A. 2013-2014 Docente PAS, insegnamento di "Didattica della Biologia"

A.A. 2014-2015 Coordinatore TFA classe A/059 e Docente TFA, insegnamento di "Didattica della Biologia"

Dottorato di Ricerca:
Membro e vice coordinatore del Collegio dei Docenti del Dottorato dell’Università del Salento in “Biologie e Biotecnologie” sin dalla sua istituzione (XV ciclo, A.A. 1999-2000);
Coordinatore del Dottorato di Ricerca dell'Università del Salento in "Scienze e Tecnologie Biologiche e Ambientali" cicli XXX, XXXI, XXXII, XXXIII, XXXIV e XXXV.

E' stato Tutor delle seguenti Tesi di Dottorato:
1. XV ciclo, 2000-2003: dott.ssa Elia maria Giovanna “Ruolo fisiologico dei nucleotidi purinici in linee cellulari di tiroide di ratto”
2. XVI ciclo, AA 2001-2003: dott.ssa Greco Simona “Effetti mitogenici e trasduzione del segnale dell’angiotensina II e della bradichinina in cellule mammarie in coltura primaria”
3. XVIII ciclo, AA 2003-2005: dott.ssa Romano Simona “Il controllo Angiotensinergico in cellule di tiroide di ratto PC Cl3”
4. XX ciclo, 2005-2008: dott.ssa Urso Loredana “Studio della trasduzione dei segnali indotta dal cisplatino in cellule di tiroide di ratto sane e tumorali”
5. XXI ciclo, 2006-2008: dott.ssa Calabriso Nadia “Studio della risposta trasduzionale indotta da [Pt(O,O’-acac)(γ-acac)(DMS)] in cellule tumorali umane”
6. XXIII ciclo, 2008-2010: dott.ssa Vetrugno Carla “Studio degli effetti cellulari del complesso del Pt(II), [Pt(O,O’-acac)(γ-acac)(DMS)], in cellule di mammella umana normali e tumorali in coltura primaria”
7. XXVIII ciclo 2013-2015: dott. Luca Giulio Cossa “Il controllo purinergico in cellule di mesotelioma umano”
8. XXX ciclo 2014-2016: dott.ssa Giovanna Antonaci "Effetti biologici di complessi antitumorali di Pt per target non genomici. Valutazione delle specifiche risposte cellulari in vitro ed in vivo su xenotrapianti"
9. XXXI ciclo 2015-2017: dott.ssa Santa Mundi: "Effetti nutrigenomici della dieta mediterranea e suoi ruoli protettivi"
10. XXXIV ciclo 2018-2020: dott.ssa Erika Stefàno: “Tecnologie “omiche” applicate allo studio degli effetti cellulari di molecole ad azione antitumorale”

PRINCIPALI LINEE DI RICERCA
L'attività di ricerca si è sviluppata attorno allo studio dei meccanismi della comunicazione cellulare mediata da ormoni, delle risposte intracellulari ad agenti antitumorali e, più in generale, dei fondamenti dell´endocrinologia cellulare e molecolare (trasduzione intracellulare del segnale) in modelli cellulari e animali. Più recentemente l’attività di ricerca è anche incentrata sulla fisiologia delle attività motorie e sportive.
• Studio delle funzioni biologiche degli ormoni estro-progestinici e dei loro recettori negli epiteli mammario, laringeo ed endometriale e nei loro carcinomi.
• 2. Studio delle funzioni biologiche dell´Angiotensina II, della Bradichinina e dell’ATP/UTP, in sistemi cellulari animali e fisiopatologici umani e caratterizzazione della trasduzione dei segnali.
• 3. Studio degli eventi trasduzionali evocati in cellule sane e tumorali umane da chemioterapici platinati classici (cisplatino) e di nuova formulazione.
• 4. Studio dello stato di sviluppo antropometrico e condizionale, dell monitoraggio del carico d’allenamento e dell’intervento nutrizionale su atleti professionisti.


PARTECIPAZIONE A PROGETTI
Partecipazione a progetti cofinanziati
PRIN 1997
Il ruolo dei sistemi di trasporto per gli ioni nella osmoregolazione dei pesci teleostei
PRIN 1999
I trasportatori ionici nella fisiopatologia tiroidea
PRIN 2001
Trasporto di ioni e acqua in cellule tiroidee: caratterizzazione molecolare, regolazioni e rapporti con la trasformazione neoplastica
PRIN 2003
Il controllo extracellulare dell'espressione e dell'attività della pendrina in linee cellulari tiroidee
PRIN 2009
Sintesi, caratterizzazione e studio del pathway d'induzione apoptotica di composti antitumorali di Pt per target non genomici

Coordinatore Scientifico del Programma di ricerca
PRIN 2004
Valutazione dell'attivita' biologica di nuove molecole analoghe del cisplatino conformazionalmente stabilizzate
cofinanziato

PRIN 2007
Valutazione dell'attivita' biologica di nuovi analoghi del cisplatino conformazionalmente stabilizzati e con target diversi dal DNA
programma giudicato positivamente, ma collocato in graduatoria in una posizione tale da non poter essere finanziato per insufficienza delle risorse disponibili

Progetto CNR
Messa a punto e caratterizzazione di cellule endoteliali umane in coltura (HUVEC) quale modello di studio di processi fisiopatologici vascolari

Responsabile scientifico del workpackage 3:
W3: Sviluppo e produzione di nuovi anticorpi monoclonali diretti contro specifici antigeni tumorali di membrana, del seno e dell'endometrio, a scopo diagnostico e terapeutico
Facente parte del Cluster C04 - Piani di potenziamento della rete scientifica e tecnologica, dal titolo
Ottimizzazione di tecnologie innovative per la diagnostica e la terapia in campo biomedico

Responsabile scientifico del progetto “BIO-LAT: Un metodo di validazione biologica della bioattività di componenti attivi del latte da applicare per nuovi prodotti lattiero caseari di alto valore funzionale e nutraceutico”
Finanziato nel bando anno 2006 Regione Puglia:
“Sostegno agli investimenti in ricerca industriale, sviluppo precompetitivo e trasferimento tecnologico – misura 3.13”
ATS: Biotecgen srl, INNOVA Spa – DiSTeBA (Università del Salento)

Partecipa al progetto:
Cod. PON02_00563_3448479
Rigenerazione di tessuti nervosi ed osteocartilaginei mediante innovativi approcci di Tissue Engineering_RINOVATIS

ALTRE NOTIZIE
Revisore per la riviste scientifiche internazionali:
J Cell Physiol
J Endocrinol
J Cell Biochem

Coordinatore TFA della classe A059, A.A. 2014-2015

E’ Responsabile in materia di protezione degli animali utilizzati ai fini sperimentali e del funzionamento delle attrezzature dello stabulario del DiSTeBA dal 2001 ad oggi.

E' membro dell'Organismo preposto al benessere degli animali del DiSTeBA.

I risultati delle ricerche sono raccolti in 120 articoli in extenso su riviste indicizzate, e in svariate partecipazioni e abstracts a congressi.
Per questi articoli Scopus calcola oltre 2000 citazioni e un fattore h = 25.



Qualificazione scientifica del coordinatore

1. avere diretto per almeno un triennio comitati editoriali o di redazione di riviste scientifiche di classe A (per i settori non bibliometrici) o presenti nelle banche dati WoS e Scopus (per i settori bibliometrici) NO    
2. avere svolto il coordinamento centrale di gruppi di ricerca e/o di progetti nazionali o internazionali competitivi SI   descrizione: (max (1.000 caratteri)
Coordinatore Scientifico del Programma di ricerca PRIN 2004 dal titolo:
"Valutazione dell'attivita' biologica di nuove molecole analoghe del cisplatino conformazionalmente stabilizzate"
 
3. avere partecipato per almeno un triennio al Collegio dei docenti di un Dottorato di ricerca SI   descrizione: (max (1.000 caratteri)
Membro del Collegio dei Docenti del Dottorato dell’Università del Salento in “Biologie e Biotecnologie” ininterrottamente dal XV ciclo al XXVIII ciclo;
Coordinatore del Dottorato di Ricerca dell'Università del Salento in "Scienze e Tecnologie Biologiche e Ambientali" cicli XXX - XXXVI.
 


Membri del collegio (Personale Docente e Ricercatori delle Università Italiane)

n. Cognome Nome Ateneo Dipartimento/ Struttura Ruolo Qualifica Settore concorsuale Area CUN-VQR SSD In presenza di curricula, indicare l'afferenza Stato conferma adesione
1. MARSIGLIANTE   Santo   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Coordinatore   Professore Associato confermato   05/D1   05 - Scienze biologiche   BIO/09   Biologia e biotecnol...   ha aderito  
2. ALIFANO   Pietro   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Componente del gruppo dei 16   Professore Ordinario   05/I2   05 - Scienze biologiche   BIO/19   Biologia e biotecnol...   ha aderito  
3. BASSET   Alberto   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Componente del gruppo dei 16   Professore Ordinario   05/C1   05 - Scienze biologiche   BIO/07   Biodiversità, ecolog...   ha aderito  
4. BUCCI   Cecilia   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Componente del gruppo dei 16   Professore Ordinario   05/F1   05 - Scienze biologiche   BIO/13   Biologia e biotecnol...   ha aderito  
5. DE DONNO   Maria Antonella   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Componente del gruppo dei 16   Professore Ordinario (L. 240/10)   06/M1   06 - Scienze mediche   MED/42   Biodiversità, ecolog...   ha aderito  
6. DI SANSEBASTIANO   Gian Pietro   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato (L. 240/10)   05/A1   05 - Scienze biologiche   BIO/01   Biologia e biotecnol...   ha aderito  
7. FANIZZI   Francesco Paolo   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Componente del gruppo dei 16   Professore Ordinario   03/B1   03 - Scienze chimiche   CHIM/03   Biodiversità, ecolog...   ha aderito  
8. GIANGRANDE   Adriana   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato confermato   05/B1   05 - Scienze biologiche   BIO/05   Biodiversità, ecolog...   ha aderito  
9. MALITESTA   Cosimino   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Componente del gruppo dei 16   Professore Ordinario   03/A1   03 - Scienze chimiche   CHIM/01   Biodiversità, ecolog...   ha aderito  
10. MANNO   Daniela Erminia   SALENTO   Matematica e Fisica Ennio De Giorgi   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato confermato   02/B1   02 - Scienze fisiche   FIS/01   Biologia e biotecnol...   ha aderito  
11. SANSO'   Paolo   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato confermato   04/A3   04 - Scienze della Terra   GEO/04   Biodiversità, ecolog...   ha aderito  
12. SICULELLA   Luisa   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato confermato   05/E2   05 - Scienze biologiche   BIO/11   Biologia e biotecnol...   ha aderito  
13. VERRI   Tiziano   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Componente del gruppo dei 16   Professore Associato confermato   05/D1   05 - Scienze biologiche   BIO/09   Biologia e biotecnol...   ha aderito  
14. DE BELLIS   Luigi   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Componente del gruppo dei 16   Professore Ordinario   05/A2   05 - Scienze biologiche   BIO/04   Biologia e biotecnol...   ha aderito  
15. LOFRUMENTO   Dario Domenico   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Altro Componente   Professore Associato (L. 240/10)   05/H1   05 - Scienze biologiche   BIO/16   Biologia e biotecnol...   ha aderito  
16. NEGRI   Sergio Luigi   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Altro Componente   Professore Associato confermato   04/A4   04 - Scienze della Terra   GEO/11   Biodiversità, ecolog...   ha aderito  
17. PIRO   Gabriella   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Altro Componente   Professore Ordinario   05/A1   05 - Scienze biologiche   BIO/03   Biologia e biotecnol...   ha aderito  
18. ZARA   Vincenzo   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Componente del gruppo dei 16   Professore Ordinario   05/E1   05 - Scienze biologiche   BIO/10   Biologia e biotecnol...   ha aderito  
19. LIONELLO   Piero   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Componente del gruppo dei 16   Professore Ordinario (L. 240/10)   04/A4   04 - Scienze della Terra   GEO/12   Biodiversità, ecolog...   ha aderito  
20. PIRAINO   Stefano   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Altro Componente   Professore Associato confermato   05/B1   05 - Scienze biologiche   BIO/05   Biodiversità, ecolog...   ha aderito  
21. STANO   Pasquale   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Altro Componente   Professore Associato (L. 240/10)   03/C1   03 - Scienze chimiche   CHIM/06   Biodiversità, ecolog...   ha aderito  
22. LUVISI   Andrea   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Altro Componente   Professore Associato (L. 240/10)   07/D1   07 - Scienze agrarie e veterinarie   AGR/12   Biologia e biotecnol...   ha aderito  
23. MONTINARI   Maria Rosa Lucia   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Altro Componente   Ricercatore confermato   06/A2   06 - Scienze mediche   MED/02   Biologia e biotecnol...   ha aderito  
24. SALOMONE   Antonio   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Altro Componente   Professore Associato (L. 240/10)   03/C1   03 - Scienze chimiche   CHIM/06   Biodiversità, ecolog...   ha aderito  
25. MUSCELLA   Antonella   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Altro Componente   Ricercatore confermato   06/A2   06 - Scienze mediche   MED/04   Biologia e biotecnol...   ha aderito  
26. BENEDETTI   Michele   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Altro Componente   Professore Associato (L. 240/10)   03/B1   03 - Scienze chimiche   CHIM/03   Biodiversità, ecolog...   ha aderito  
27. GENGA   Alessandra   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Altro Componente   Ricercatore confermato   03/A1   03 - Scienze chimiche   CHIM/12   Biodiversità, ecolog...   ha aderito  
28. SPECCHIA   Valeria   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Altro Componente   Ricercatore confermato   05/I1   05 - Scienze biologiche   BIO/18   Biologia e biotecnol...   ha aderito  
29. PANZARINI   Elisa   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Altro Componente   Ricercatore a t.d. - t.pieno (art. 24 c.3-b L. 240/10)   05/B2   05 - Scienze biologiche   BIO/06   Biologia e biotecnol...   ha aderito  
30. RUSTIONI   Laura   SALENTO   Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali   Altro Componente   Professore Associato (L. 240/10)   07/B2   07 - Scienze agrarie e veterinarie   AGR/03   Biodiversità, ecolog...   ha aderito  


Membri del collegio (Personale non accademico dipendente di altri Enti e Personale docente di Università Straniere)

n. Cognome Nome Ruolo Tipo di ente: Ateneo/Ente di appartenenza Paese Dipartimento/ Struttura Qualifica Codice fiscale SSD Attribuito Area CUN-VQR attribuita In presenza di curricula, indicare l'afferenza N. di Pubblicazioni (*)
1. STABILI   LOREDANA   Altro Componente   Ente di ricerca (VQR)   Consiglio Nazionale delle Ricerche   Italia   Dipartimento Scienze della Terra, Istituto di Ricerca sulle Acque Sede Secondaria di Taranto   Primi ricercatori   STBLDN62S49B180W   BIO/05   05   Biodiversità, ecolog...   26  


(*) numero di prodotti scientifici pubblicati dotati di ISBN/ISMN/ISSN o indicizzati su WoS o Scopus negli ultimi cinque anni


Principali Atenei e centri di ricerca internazionali con i quali il collegio mantiene collaborazioni di ricerca (max 5) con esclusione di quelli di cui alla sezione 1

n. Denominazione Paese Tipologia di collaborazione
1. CORNELL UNIVERSITY, ITHACA, NY   Stati Uniti d'America   (max 500 caratteri)
Disponibilità ad accogliere Dottorandi nell'Istituto "Boyce Thompson Institute for Plant Research" per analisi genetiche e molecolari sulla maturazione dei frutti.
 
2. UTAH UNIVERSITY, SALT LAKE CITY, UT   Stati Uniti d'America   (max 500 caratteri)
Disponibilità ad accogliere Dottorandi nel Department of Biochemistry and Medicine per studi dei processi di assembly del complesso III della catena respiratoria dei mitocondri di Saccharomyces cerevisiae.
 
3. TECHNICAL UNIVERSITY OF MUNICH   Germania   (max 500 caratteri)
Scambio di materiali, metodologie e personale (dottorandi, post-doc e docenti) su programmi di ricerca in collaborazione incentrati sulla fisiologia degli epiteli (transporto e trasportatori di membrana)
 
4. UNIVERSITY OF EDINBURGH   Regno Unito   (max 500 caratteri)
Disponibilità ad accogliere Dottorandi nel Laboratorio dell' "Edinburg Cell Wall Group" per attività di ricerca nel campo della biochimica e fisiologia della parete delle cellule vegetali.
 
5. UNIVERSIDAD COMPLUTENSE MADRID   Spagna   (max 500 caratteri)
Disponibilità ad accogliere Dottorandi nell'ambito di consolidati rapporti di collaborazione all'interno di progetti internazionali (CIRCE e MEDCLIVAR) documentata dalla scrittura di articoli scientifici, libri e attività editoriali
 


Descrizione della situazione occupazionale dei dottori di ricerca che hanno acquisito il titolo negli ultimi tre anni

(max 1.500 caratteri)
Il dottorato è stato attivato con il XXX ciclo e gli iscritti a tale ciclo si sono tutti diplomati a Maggio 2018. A febbraio 2019 i dottori del XXX ciclo avevano pubblicato 37 lavori scientifici recensiti da Scopus.
Il follow up mantenuto dai tutor relativamente alle carriere di questi ex-allievi consente di delineare un quadro di pressoché piena occupazione. I Dottori di Ricerca sono essenzialmente impegnati nel proseguimento della propria carriera nella ricerca accademica, come assegnisti, ricercatori o team leaders nell’ambito dell’Università, degli altri Enti di Ricerca nazionali, di Aziende sanitarie, di imprese di varia natura, di Enti e di aziende italiane ed estere.


Note



3. Eventuali curricula

Curriculum dottorali afferenti al Corso di dottorato



Denominazione Curriculum 1: Biologia e biotecnologie

Settore scientifico-disciplinare Settore concorsuale Aree CUN-VQR interessate Peso % di ciascun SSD nel progetto scientifico del corso
FIS/01   02/B - FISICA DELLA MATERIA  
02 - Scienze fisiche
 
  %  6,25  
BIO/01   05/A - BIOLOGIA VEGETALE  
05 - Scienze biologiche
 
  %  6,25  
BIO/03   05/A - BIOLOGIA VEGETALE  
05 - Scienze biologiche
 
  %  6,25  
BIO/04   05/A - BIOLOGIA VEGETALE  
05 - Scienze biologiche
 
  %  6,25  
BIO/09   05/D - FISIOLOGIA  
05 - Scienze biologiche
 
  %  12,50  
BIO/10   05/E - BIOCHIMICA E BIOLOGIA MOLECOLARE SPERIMENTALI E CLINICHE  
05 - Scienze biologiche
 
  %  6,25  
BIO/11   05/E - BIOCHIMICA E BIOLOGIA MOLECOLARE SPERIMENTALI E CLINICHE  
05 - Scienze biologiche
 
  %  6,25  
BIO/13   05/F - BIOLOGIA APPLICATA  
05 - Scienze biologiche
 
  %  6,25  
BIO/16   05/H - ANATOMIA UMANA E ISTOLOGIA  
05 - Scienze biologiche
 
  %  6,25  
BIO/18   05/I - GENETICA E MICROBIOLOGIA  
05 - Scienze biologiche
 
  %  6,25  
BIO/19   05/I - GENETICA E MICROBIOLOGIA  
05 - Scienze biologiche
 
  %  6,25  
MED/04   06/A - PATOLOGIA E DIAGNOSTICA DI LABORATORIO  
06 - Scienze mediche
 
  %  6,25  
AGR/12   07/D - PATOLOGIA VEGETALE E ENTOMOLOGIA  
07 - Scienze agrarie e veterinarie
 
  %  6,25  
MED/02   06/A - PATOLOGIA E DIAGNOSTICA DI LABORATORIO  
06 - Scienze mediche
 
  %  6,25  
BIO/06   05/B - BIOLOGIA ANIMALE E ANTROPOLOGIA  
05 - Scienze biologiche
 
  %  6,25  
Curriculum in collaborazione con:   Nessuna Collaborazione
 
TOTALE        100 



Denominazione Curriculum 2: Biodiversità, ecologia e ambiente

Settore scientifico-disciplinare Settore concorsuale Aree CUN-VQR interessate Peso % di ciascun SSD nel progetto scientifico del corso
CHIM/01   03/A - ANALITICO, CHIMICO-FISICO  
03 - Scienze chimiche
 
  %  6,66  
CHIM/03   03/B - INORGANICO,TECNOLOGICO  
03 - Scienze chimiche
 
  %  13,36  
GEO/04   04/A - GEOSCIENZE  
04 - Scienze della Terra
 
  %  6,66  
GEO/11   04/A - GEOSCIENZE  
04 - Scienze della Terra
 
  %  6,66  
GEO/12   04/A - GEOSCIENZE  
04 - Scienze della Terra
 
  %  6,66  
BIO/05   05/B - BIOLOGIA ANIMALE E ANTROPOLOGIA  
05 - Scienze biologiche
 
  %  20,00  
BIO/07   05/C - ECOLOGIA  
05 - Scienze biologiche
 
  %  6,66  
MED/42   06/M - SANITA’ PUBBLICA  
06 - Scienze mediche
 
  %  6,66  
CHIM/06   03/C - ORGANICO,INDUSTRIALE  
03 - Scienze chimiche
 
  %  13,36  
CHIM/12   03/A - ANALITICO, CHIMICO-FISICO  
03 - Scienze chimiche
 
  %  6,66  
AGR/03   07/B - SISTEMI COLTURALI AGRARI E FORESTALI  
07 - Scienze agrarie e veterinarie
 
  %  6,66  
Curriculum in collaborazione con:   Nessuna Collaborazione
 
TOTALE        100 



Note


4. Struttura formativa

Attività didattica disciplinare e interdisciplinare

Insegnamenti ad hoc previsti nell'iter formativo Tot CFU: 18   n.ro insegnamenti: 3   di cui è prevista verifica finale: 3  
Insegnamenti mutuati da corsi di laurea magistrale NO      
Insegnamenti mutuati da corsi di laurea (primo livello) NO      
Cicli seminariali SI  
Soggiorni di ricerca (ITALIA - al di fuori delle istituzioni coinvolte) NO      
Soggiorni di ricerca (ESTERO nell’ambito delle istituzioni coinvolte) NO      
Soggiorni di ricerca (ESTERO - al di fuori delle istituzioni coinvolte) SI     Periodo medio previsto (in mesi per studente): 6  


Descrizione delle attività di formazione di cui all’art. 4, comma 1, lett. f)

Tipologia  Descrizione sintetica (max 500 caratteri per ogni descrizione)
Linguistica In accordo con eventuali iniziative centrali a livello di Scuola di Dottorato di Ateneo. Tra i requisiti di ammissione dei dottorandi verrà richiesta la conoscenza di una lingua straniera.  
Informatica In accordo con eventuali iniziative centrali a livello di Scuola di Dottorato di Ateneo. La formazione di ricerca (teorica e sperimentale) prevista all’interno del Dottorato condurrà all’acquisizione dei metodi di impiego più ampi ed avanzati degli strumenti informatici necessari alla stessa ricerca (informatica di base, interfacciamento a strumentazione scientifica, ecc., a seconda delle specifiche tematiche di studio dei Dottorandi).  
Gestione della ricerca, della conoscenza dei sistemi di ricerca e dei sistemi di finanziamento In accordo con eventuali iniziative centrali a livello di Scuola di Dottorato di Ateneo. Attività specifiche potranno essere attivate a cura dei componenti del collegio dei docenti che possiedono comprovata esperienza nel campo dei sistemi di ricerca e di finanziamento della stessa a livello internazionale.  
Valorizzazione dei risultati della ricerca e della proprietà intellettuale In accordo con eventuali iniziative centrali a livello di Scuola di Dottorato di Ateneo. Attività specifiche potranno essere attivate a cura dei componenti del collegio dei docenti che possiedono comprovata esperienza nel campo dell’IPR management, della brevettazione dei risultati della ricerca, e del trasferimento tecnologico.  


Note

(MAX 1.000 caratteri):
In riferimento alla voce "Soggiorni di ricerca all'estero al di fuori delle istituzioni coinvolte- Periodo medio previsto (in mesi per studente)":
1. per le borse FUR, IIT e CMCC il periodo medio è di 6 mesi
2. per le borse finanziate dal progetto "Dipartimenti di Eccellenza" il periodo obbligatorio all'estero è di 12 mesi

5. Posti, borse e budget per la ricerca

Posti, borse e budget per la ricerca

Descrizione Ciclo 36° Anagrafe dottorandi (35°) Ciclo 35° (Tabella POSTI)
A - Posti banditi
(messi a concorso)
 
1. Posti banditi con borsa   N. 11   13   13 (13) (13)  
2. Posti coperti da assegni di ricerca     0    
3. Posti coperti da contratti di apprendistato     1    
Sub totale posti finanziati (A1+A2+A3)   N. 11   N. 14   13 (13)  
4. Eventuali posti senza borsa   N. 2   2   2 (2) (2)  
B - Posti con borsa riservati a laureati in università estere     0    
C - Posti riservati a borsisti di Stati esteri     0    
D - Posti riservati a borsisti in specifici programmi di mobilità internazionale     0    
E - Posti riservati a dipendenti di imprese impegnati in attività di elevata qualificazione (dottorato industriale) o a dipendenti di istituti e centri di ricerca pubblici impegnati in attività di elevata qualificazione (con mantenimento di stipendio)   N. 1   0   1 (1) (1)  
F - Posti senza borsa riservati a laureati in Università estere     0    
TOTALE = A + B + C + D + E + F   N. 14   N. 16   16 (16)  
DI CUI CON BORSA = TOTALE – A4 - F   N. 12   N. 14   14 (14)  
Importo della borsa
(importo annuale al lordo degli oneri previdenziali a carico del percipiente)
 
Euro: 15.343,28      
Budget pro-capite annuo per attività di ricerca in Italia e all’Estero
(a partire dal secondo anno, in termini % rispetto al valore annuale della borsa al lordo degli oneri previdenziali a carico del percipiente)
 
(min 10% importo borsa): 10,00      
Importo aggiuntivo alla borsa per mese di soggiorno di ricerca all’estero
(in termini % rispetto al valore mensile della borsa al lordo degli oneri previdenziali a carico del percipiente)
 
(MAX 50% importo borsa): 50,00      
BUDGET complessivamente a disposizione del corso per soggiorni di ricerca all'estero
(importo lordo annuale comprensivo degli oneri previdenziali a carico del percipiente)



Nota: il budget complessivamente a disposizione del corso per soggiorni all’estero è calcolato considerando la percentuale di maggiorazione della borsa, il numero di mesi all’estero, il numero di anni del corso e il numero di studenti con borsa.
 
Euro: 84.800,52      
Eventuali note:
(max 500 caratteri)
(1) il posto riservato di tipologia E nasce dalla convenzione tra Università del Salento e Università Al Akhawayn (Marocco)

(2) calcolo del BUDGET complessivamente a disposizione per l'estero per i 3 anni di corso:

(a) 785,19 € (importo lordo comprensivo di INPS per un mese all'estero) x 4 borsisti (3 borse FUR + 1 IIT) x 6 mesi (periodo medio coperto con le borse di Ateneo) = 18.844,56 €

(b) 785,19 € x 7 borsisti (Dip. Eccellenza 2018-2022) x 12 mesi = 65.955,96 €

Totale a+b = 84.800,52 €
 

Attenzione: i dati di questa sezione relativi agli iscritti al ciclo precedente vengono aggiornati utilizzando le informazioni inserite nella piattaforma ANS/PL fino al giorno della chiusura della scheda anagrafe .

Fonti di copertura del budget del corso di dottorato (incluse le borse)

FONTE  Importo (facoltativo) Descrizione Tipologia
(max 200 caratteri)
Fondi Ministeriali 106.117,53   quota di cofinanziamento ministeriale (55%) per la copertura delle n. 3 borse FUR: 35.372,51 x 3 = 106.117,53  
Progetti competitivi o fondi messi a disposizione dal proponente    
Fondi di ateneo 96.029,43   Quota di cofinanziamento di Ateneo (45%) per la copertura delle n. 3 borse (28.941,15 x 3 = 86.823,45) + spese di funzionamento per 2 posti senza borsa e 1 posto di tipologia E (9.205,98)  
Finanziamenti esterni 548.823,41   1 borsa IIT £ 65.649,74
7 borse "Dipartimenti di Eccellenza" £ 69.024,81 x 7 = 483.173,67 (comprensivi delle spese di funzionamento e di 12 mesi all'estero per dottorando).
 
Altro    


Note

(MAX 1.000 caratteri):
l’importo indicato nella voce BUDGET complessivamente a disposizione del corso per soggiorni di ricerca all'estero costituisce l’indicazione di un valore medio annuo suscettibile di essere aumentato per soggiorni superiori ai sei mesi/anno. Per quanto riguarda le 7 borse finanziate dal progetto "Dipartimenti di eccellenza" è obbligatorio un periodo di permanenza all'estero di 12 mesi.

IIT = Istituto Italiano di Tecnologia

6. Strutture operative e scientifiche

Strutture operative e scientifiche

Tipologia Descrizione sintetica (max 500 caratteri per ogni descrizione)
Attrezzature e/o Laboratori   Nel DiSTeBA si conducono attività di ricerca specialistiche che spaziano in numerosi ambiti della Biologia di base animale e vegetale, delle Biotecnologie, della Chimica, delle Scienze Ambientali, della Geofisica e delle Scienze Agrarie. L’attività sperimentale è supportata da oltre 25 Laboratori di ricerca, dotati di sofisticate strumentazioni specialistiche attinenti all’attività di ricerca dei gruppi.  
Patrimonio librario   consistenza in volumi e copertura delle tematiche del corso   Biblioteca del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche e Ambientali con un patrimonio librario costituito da circa 20.000 volumi. Tutto il patrimonio librario è catalogato secondo gli standard nazionali ed internazionali, classificato e collocato secondo il sistema di classificazione Dewey. Estensiva copertura delle tematiche.  
abbonamenti a riviste (numero, annate possedute, copertura della tematiche del corso)   Titoli di riviste possedute in cartaceo = 682
Totale Annate Riviste = 8370
Buona copertura delle tematiche.
 
E-resources   Banche dati (accesso al contenuto di insiemi di riviste e/o collane editoriali)   Banche dati scientifiche (ISI, Scopus ecc.) e servizio dedicato di “document delivery” per il reperimento di ulteriore materiale bibliografico. Tutte le aree interessate al Dottorato sono coperte da rete wireless universitaria e collegate a banche dati internazionali. Il Catalogo è accessibile all’indirizzo Coordinamento Servizi Informatici Bibliotecari di Ateneo (S.I.B.A.), mediante i PC messi a disposizione degli utenti e da qualsiasi PC collegato ad Internet.  
Software specificatamente attinenti ai settori di ricerca previsti   Zen 2010: acquisizione immagini microscopio confocale a fluorescenza LSM 710 Zeiss
Axio Vision: acquisizione immagini microscopio elettronico a scansione SEM EVO HD 15 Zeiss
Cromeleon: gestione HPLC e HPAEC-PAD
Analisi d'immagine Nikon D NIS-Elements
GIS – Geographical Information System (ArcGIS, Quantum GIS)
PS Trace 3.0 software: gestione dei potenziostati PalmSens
Visual Spectra 2.1 software: gestione strumentazione spettroelettrochimica BioLogic
797 VA Computrace: gestione polarografo
ecc.
 
Spazi e risorse per i dottorandi e per il calcolo elettronico   Laboratori di informatica (> 50 postazioni). Sezione di Lecce del Consorzio CASPUR. Connessione in rete locale, a sua volta collegata alla rete nazionale della ricerca GARR. Risorse di calcolo dedicate sono a disposizione dei dottorandi che ne hanno necessità.  
Altro    


Note


7. Requisiti e modalità di ammissione

Requisiti richiesti per l'ammissione

Tutte le lauree magistrali: SI, Tutte  
se non tutte, indicare quali:  
Altri requisiti per studenti stranieri: (max 500 caratteri):
Come da Regolamento d’Ateneo
 
Eventuali note  


Modalità di ammissione

Modalità di ammissione
Titoli
Prova orale
Lingua
Progetto di ricerca
 
Per i laureati all'estero la modalità di ammissione
è diversa da quella dei candidati laureati in Italia?
SI  
se SI specificare:
Titoli
Prova orale
Progetto di ricerca
 


Attività dei dottorandi

È previsto che i dottorandi possano svolgere attività di tutorato SI
 
 
È previsto che i dottorandi possano svolgere attività di didattica integrativa SI
 
Ore previste: 30  


Note

(MAX 1.000 caratteri):
Per i laureati Italiani: prova orale eventualmente via Skype per casi di circostanze eccezionali.

Per i laureati all'estero: progetto di ricerca e prova orale in lingua Inglese su richiesta del candidato. Il colloquio può avvenire a distanza tramite una videochiamata mediante il sistema “Skype” o analogo sistema di connessione Audio Video e può svolgersi in Inglese.



Dottorato innovativo a caratterizzazione internazionale

• Dottorato in collaborazione con Università e/o enti di ricerca esteri   NO
 
 
• Dottorato relativo alla partecipazione a bandi internazionali (e.g. Marie Skłodowska Curie Actions, ERC)   NO    
• Collegio di dottorato composto per almeno il 25% da docenti appartenenti a qualificate università o centri di ricerca stranieri   NO    
• Presenza di eventuali curricula in collaborazione con Università/Enti di ricerca estere e durata media del periodo all'estero dei dottori di ricerca pari almeno a 12 mesi   NO
 
 
• Presenza di almeno 1/3 di iscritti al Corso di Dottorato con titolo d'accesso acquisito all'estero ***   SI    


Dottorato innovativo a caratterizzazione intersettoriale

• Dottorato in convenzione con Enti di Ricerca   SI
 
Motivazione:
Il dottorato ha ricevuto borse di studio in convenzione da IIT (Istituto Italiano di Tecnologia) per i cicli 31, 32, 33, 34 e 35 e dal CMCC (Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici) per i cicli 33, 34 e 35.
 
• Dottorato in convenzione con le imprese o con enti che svolgono attività di ricerca e sviluppo   SI
 
Motivazione:
Sono attualmente in corso progetti di dottorato con borse PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 che prevedono attività di ricerca e sviluppo con:
-Impresa industriale Orion S.r.l., Veggiano (PD)
-Maricoltura Mar Grande S.r.l., Taranto
-Fagus Lab S.r.l., Roma
-Aziende chimiche riuniti Angelini S.p.a., Roma
-Tecniplast S.p.a., Buguggiate (VA)
- EcoBioservices & Researchers S.r.l., Sesto Fiorentino (FI)
- NanoShare S.r.l., spin-off dell’Università La Sapienza Roma
- Links Management and Technology S.p.A., Lecce (LE)
- Certified Origins Italia Srl, 58100 Grosseto (Loc. Braccagni) GR
 
• Dottorato selezionato su bandi internazionali con riferimento alla collaborazione con le imprese   NO
 
 
• Dottorati inerenti alle tematiche dell’iniziativa “Industria 4.0   SI
 
Motivazione:
Il Dottorato sviluppa svariate tematiche relative all'iniziativa "Industria 4.0", soprattutto con riguardo (1) agli aspetti della progettazione, sintesi e validazione biologica di nuove molecole a base di Platino da impiegare come farmaci antineoplastici, (2) alla messa a punto di sistemi lab-on-chip capaci di operare on-site e determinare la frazione biodisponibile di metalli pesanti in matrici acquose (applicazioni in acque superficiali, di falda o costiere); (3) alla valorizzazione della pesca dei crostacei brachiuri nel Mediterraneo per la valutazione degli aspetti ecologici ed al possibile indotto economico derivato dallo sfruttamento sostenibile delle varie specie di crostacei sia native che invasive; (4) all’applicazione di tecnologie chiave abilitanti in ambito farmaceutico, biotecnologico, biomedicale, dei servizi sanitari, ecc. utilizzando uno “Zebrafish Virtual Research Environment” come organismo modello.
 
• Presenza di convenzione con altri soggetti istituzionali su specifici temi di ricerca o trasferimento tecnologico e che prevedono una doppia supervisione   NO
 
 


Dottorato innovativo a caratterizzazione interdisciplinare

• Dottorati (con esclusione di quelli suddivisi in curricula) con iscritti provenienti da almeno 2 aree CUN, rappresentata ciascuna per almeno il 30% (rif. Titolo LM o LMCU )   NO    
• Corsi appartenenti a Scuole di Dottorato che prevedono contestualmente ambiti tematici relativi a problemi complessi caratterizzati da forte multidisciplinarità   SI
 
Motivazione:
Il dottorato è fortemente multidisciplinare. Al collegio afferiscono docenti di 23 SSD in 6 aree CUN: 02/Sc. Fisiche, 03/Sc. Chimiche, 04/Sc. Terra, 05/Sc. Biologiche, 06/Sc. Mediche e 07/Sc. Agrarie-Vet. A titolo di esempio, un problema complesso presente nelle tematiche di ricerca è quello della biodiversità che si traduce in ‘asset strategici’ quali: studio di base degli organismi viventi nella loro varietà/complessità e nell’ambiente; sfruttamento ragionato delle risorse provenienti/derivanti dagli organismi viventi per il miglioramento del benessere dell’uomo (alimentazione, reperimento di nuove molecole ad uso farmacologico, farmaceutico, nutraceutico, ecc.); studio delle interazioni molecola-organismo e organismo-organismo; uso ad hoc dei modelli animali e vegetali di laboratorio (convenzionali e alternativi; in vitro/ in vivo). Questi asset sono a supporto della ricerca traslazionale, orientandosi verso l’analisi delle questioni biologiche anche in un contesto bio-sanitario
 
• Dottorati inerenti alle tematiche dei

Big Data
, relativamente alle sue metodologie o applicazioni
 
NO
 
 
• Dottorati che rispondono congiuntamente ai seguenti criteri      
presenza nel Collegio di Dottorato di docenti afferenti ad almeno due aree CUN, rappresentata ciascuna per almeno il 20% nel Collegio stesso   NO    
presenza di un tema centrale che aggreghi coerentemente discipline e metodologie diverse, anche con riferimento alle aree ERC   SI   Motivazione:
Il corso integra le aree culturali della biologia, medicina, chimica, fisica, geofisica e agraria e i relativi approcci attorno a temi unificanti quali (a) la sinergia tra la biologia animale/vegetale/umana e le biotecnologie e lo sviluppo della coscienza del problema etico inerente alle biotecnologie; (b) la biodiversità, l’ecologia e l’ambiente con l’attenzione alle problematiche inerenti la struttura, la composizione, l'organizzazione, il funzionamento e l'evoluzione dei sistemi ambientali
 


Chiusura proposta e trasmissione: 24/04/2020


.